Milano, 20 apr. (LaPresse) – Fra i gestori delle palestre, “c’è un grandissimo malcontento e ci saranno grandi problemi nella ripresa delle attività proprio in virtù della cultura che è stata trasmessa a chi frequentava le palestre. Non tutte sono persone che riescono a superare questo terrore e questa paura che vengono continuamente alimentati dai messaggi che ci vengono comunicati. E, comunque, ci saranno grandi problemi per quanto riguarda il personale impiegato, anche perché abbiamo un anno di tempo e, con la riforma dello sport, ci sarà un calo drastico delle assunzioni del personale. Quindi, ci saranno delle situazioni veramente assurde da risolvere”. Così a LaPresse Giampiero Guglielmi, presidente dell’Anpals, Associazione nazionale palestre e lavoratori sportivi. “Nessuno – aggiunge – si rende conto di questo. Anche i lavoratori sportivi sono contenti del fatto che sono riprese le erogazioni dell’elemosina da parte dello Stato, ma non si rendono conto dei problemi a cui stanno andando incontro. Se ne renderanno conto a partire da luglio 2022 quando saranno iscritti nella gestione separata dell’Inps. Allora sì che lo Stato si riprenderà quello che gli è stato concesso con gli interessi”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata