Milano, 19 apr. (LaPresse) – Si riuscirà a far funzionare il green pass nel nostro Paese? “Io spero di sì. Potrebbe essere un elemento di rasserenamento dal punto di vista della possibilità di spostarsi e anche di incitamento a eseguire la vaccinazione”. Lo ha detto a LaPresse il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano. Alla domanda su quali caratteristiche dovrebbe avere il green pass per evitare l’effetto app Immuni sul contact tracing, sottolinea: “L’app Immuni aveva tutto quel vissuto della privacy esagerato che l’ha rovinata. In realtà, in questo caso c’è solo un fatto di vantaggio di apertura. Là era la paura di rimanere bloccati, quasi come far mettere il cappio all’impiccato, con l’autodenuncia che è una responsabilità che uno si prende. Qui, invece, è un aspetto propositivo: se ho” il green pass, “faccio delle cose che non potrei fare. Lo vedo in questa ottica”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata