Roma, 19 apr. (LaPresse) – “Mai, nemmeno di fronte agli interessi economici, possono venire meno i principi del merito, della sana competizione, della solidarietà così come i valori educativi dello sport”. Così il sottosegretario con delega allo Sport, Valentina Vezzali, in una nota a proposito dell’annunciata nascita della Superlega di calcio. “Ogni bambino italiano, nel momento in cui inizia a fare sport, deve poter credere che il suo sogno sia realizzabile solo attraverso il merito sportivo e non influenzato da interessi commerciali e economici”, aggiunge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata