Roma, 16 apr. (LaPresse) – “Il consenso nei confronti del governo Draghi è cambiato molto rispetto al giorno del suo insediamento. Un calo di circa dieci punti con una fiducia del 49% degli italiani mentre quella nei confronti di Draghi è al 53-54%”. E’ l’analisi fatta con LaPresse dal sondaggista Carlo Buttaroni, presidente di Tecnè. Ciò che maggiormente ha inciso sulla flessione “è la gestione dei vaccini dove non si è visto il famoso cambio di passo. La messa a terra è stata più difficile rispetto agli annunci”, aggiunge. Uno scetticismo che colpisce in particolar modo il ministro della Salute, Roberto Speranza. “Il suo indice di gradimento è al 23% – spiega Buttaroni – paga l’essere visto come ‘l’uomo delle chiusure’, il catalizzatore delle scelte difficili”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata