Roma, 16 apr. (LaPresse) – “Sul decreto Sostegni approvato l’altra settimana, volevo mettere in risalto due cose. Innanzitutto la rapidità dei pagamenti: dal 30 marzo ad oggi sono stati pagati 2 miliardi nella prima settimana e 1 miliardo nella seconda, ma i pagamenti non sono ancora terminati”. Così il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa. “L’altra questione è se si potessero introdurre cambiamenti con cui fondi allocati – aggiunge -. Il criterio adottato nel primo decreto è quello del fatturato, questo ha suscitato perplessità in tanti, allora il Mef sta pensando ad aggiungere anche un criterio che riguarda l’utile, l’imponibile fiscale in altre parole, in modo da individuare i soggetti che sono stati più colpiti dalla pandemia”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata