Milano, 14 apr. (LaPresse) – “Se l’11 giugno la partita degli Europei è in presenza di 20mila persone, allora è un liberi tutti. Immagino che sia la parte finale della liberazione: mancano 60 giorni fino ad allora, penso che qualcosa debba cambiare”. Così il presidente del Veneto Luca Zaia in conferenza stampa. “Bisogna capire se vogliamo convivere con il virus o per riaprire aspettiamo che il virus scompaia: verosimilmente però credo che ci sarà un giro di boa”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata