Milano, 12 apr. (LaPresse) – Il magnate francese Denis Dumont, il secondo più grande socio del Credito Valtellinese, ha rifiutato il prezzo di offerta di Credit Agricole per l’istituto di credito italiano, unendosi a un numero crescente di azionisti che chiedono un’offerta più alta. E’ quanto riporta Bloomberg sul suo sito, spiegando che la società di investimento di Dumont, la holding Dgfd, che possiede il 6,15% di Creval, si unisce ai ‘no’ di Melqart Asset Management, Alta Global , Hosking Partners e Petrus Advisers nel opporsi pubblicamente all’offerta di Credit Agricole in quanto inadeguata. I cinque investitori controllano insieme quasi un terzo delle azioni. Il consiglio di amministrazione di Creval ha anche affermato che il prezzo dell’offerta è troppo basso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata