Cagliari, 9 apr. (LaPresse) – Tragedia nel primo pomeriggio in una villetta di Quartu Sant’Elena, alle porte di Cagliari. Un bimbo di 3 anni e mezzo è caduto in piscina ed è annegato: inutili i soccorsi del 118, con medici e infermieri che hanno tentato disperatamente di rianimarlo. Nella villetta dove si è consumato il dramma, quando sono arrivati i carabinieri della stazione di Quartu c’erano due famiglie, per un totale di 8 persone: il bambino era con la sua famiglia di nazionalità ucraina, e a quanto si è saputo, nell’abitazione si stava celebrando un matrimonio con rito ortodosso. Il bambino potrebbe essere sfuggito al controllo degli adulti proprio nei momenti in cui si stava celebrando il rito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata