Napoli, 8 apr. (LaPresse) – “Sputnik? Abbiamo firmato un contratto rispetto al quale abbiamo ascoltato tutta una serie di stupidaggini anche sui giornali. È un contratto assolutamente corretto nell’ambito dei poteri che ha la Regione Campania. Le Regioni non possono muoversi nell’ambito dei 4 vaccini contrattualizzati dall’Europa, per il resto la Regione può fare quello che vuole”. Lo ha chiarito il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, da Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), dove è partito il secondo centro pubblico regionale per l’autismo, rispondendo a una domanda sullo stato dell’arte dell’accordo tra Regione e fornitori del vaccino russo. “La Regione – prosegue De Luca – ha fatto un contratto vero e proprio con l’azienda produttrice di Sputnik, questo contratto subordina la propria esecutività all’approvazione del vaccino. Quello che non si capisce è perché dormiamo in piedi ancora oggi, perché l’Aifa non decide nel giro di due settimane se questo vaccino va bene o meno. Quando l’Aifa ha valutato Pfizer lo ha fatto in due settimane, facciamo la stessa cosa con questo vaccino. Se abbiamo 3 milioni di dosi aggiuntive a quelle dell’Europa è chiaro che nel giro di tre mesi noi usciamo fuori dal calvario”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata