Roma, 6 apr. (LaPresse) – “Sulla vicenda Alitalia la Commissione europea sta peccando di superficialità. Con la sua politica da due pesi e due misure rispetto ai diretti concorrenti della compagnia di bandiera italiana, rischia di ledere gli interessi dei consumatori italiani e di migliaia di lavoratori. Questo è inaccettabile, servono buon senso e imparzialità”, così in una nota congiunta Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare del Movimento 5 Stelle e Vicepresidente del Parlamento europeo e Giulia Lupo, senatrice del Movimento 5 Stelle. “Insieme agli europarlamentari Isabella Adinolfi, Mario Furore, Dino Giarrusso e Daniela Rondinelli depositiamo oggi due interrogazioni alla Commissione europea affinché chiarisca la natura delle sue decisioni. “Non è chiaro infatti quale normativa comunitaria sta utilizzando per giustificare la sua richiesta di discontinuità per Ita rispetto ad Alitalia e se questa discontinuità possa arrivare fino a definire elementi essenziali quali il perimetro aziendale e la grandezza della flotta. Inoltre, va chiarito come mai agli altri Paesi europei sia stato concesso di apportare un aumento di capitale da parte dell’investitore pubblico, mentre all’Italia si chiede di realizzare un’operazione alle normali condizioni di mercato. Questo comporta una discriminazione, tanto più che è di dubbia certezza giuridica la decisione di impedire all’Italia di mantenere gli slot su Linate che, nell’intenzione della Vicepresidente Vestager, andrebbero ceduti ad altri vettori”, aggiunge Castaldo. (Segue)

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata