Medaglia storica di Valentina Rodini e Federica Cesarini, bronzo dagli uomini nel doppio pesi leggeri. Bene l'Italvolley femminile, Argentina ko

L’Italia conquista la seconda medaglia d’oro alle olimpiadi di Tokyo grazie a Valentina Rodini e Federica Cesarini nel doppio Pesi Leggeri del canottaggio. Sempre dal canottaggio giovedì 29 luglio è arrivato anche un bronzo, quello di Stefano Oppo e Pietro Ruta, nel doppio pesi leggeri maschile. A grande sorpresa gli azzurri si portano a casa anche un argento nel nuoto, grazie a Gregorio Paltrinieri, negli 800 stile libero. Una medaglia – ha commentato l’atleta – “talmente inaspettata che è più bella di quella di Rio”. L’Italia sale così a quota 18 nel medagliere.  

Scherma: Italia fioretto femminile contro Usa per il bronzo

L’Italia del fioretto femminile si giocherà la finale per il bronzo ai Giochi d Tokyo sfidando gli Stati uniti che sono stati sconfitti in semifinale dalle fiorettiste russe del Roc (Comitato olimpico russo) per 45-42.

Pallanuoto: Settebello supera Usa 12-11 in rimonta

L’Italia della pallanuoto supera in rimonta gli Stati Uniti 12-11 nella terza giornata del torneo olinpico. Cinque le reti di Francesco Di Fulvio, protagonista del match. Il successo del Settebello arriva dopo la vittoria sul Sudafrica 21-2 e il pareggio con la Grecia 6-6. Sabato 31 luglio alle 11.20 italiane c’è il Giappone che più tardi affronta la Grecia e finora ha perso con Stati Uniti 15-15 e Ungheria 16-11. Partenza shock, che non ti aspetti dal Settebello, che dopo 5’15” è sotto 4-0. Gli States strappano subito con due extra player e due rigori. Al primo munito del secondo periodo l’allarme sembra essere rientrato: azzurri a -1 con la ripartenza vincente di Presciutti, dopo i gol rabbiosi di Luongo e Di Fulvio nel finire di primo tempo. Gli azzurri sono sott’acqua di nuovo (7-4 a 35″ da giocare del secondo e 8-5 in apertura di terzo tempo) ma poi tornano campioni del mondo e, come era successo con la Grecia, rialzano la testa e raggiungono in pari, 9-9, con capitan Figlioli al minuto 24’49”. Ne rimangono più di sette da giocare; una nuova partita. Incredibile. Gli americani tornano a +2, gli azzurri la riacciuffano per la seconda volta (Kuongo con l’uomo in più e Di Fulvio su rigore guadagnato da Aicardi). Ultimi due minuti; il pallone diventa pesante come quello medicinale. L’Italia ne ha di più, mette la freccia: Nicholas Presciutti gol! La panchina a stelle e strisce chiama il time out. Campagna urla da quella arrurra. Del Lungo chiude la porta.

Tiro a volo: prima storica medaglia San Marino, bronzo Perilli nel trap

Prima storica medaglia all’Olimpiade per la Repubblica di San Marino. Alessandra Perilli, 33 anni, ha conquistato la medaglia di bronzo nella finale del trap femminile. “Ancora non ci credo. Sono andato a sparare e ho detto. Non potevo arrivare ancora una volta quarta, la volevo”. Lo dice Alessandra Perilli, prima storica medaglia di San Marino alle Olimpiadi con il terzo posto nella finale del trap. “Cosa cambia da oggi per lo sport a San Marino? Che i giovani non devono mollare – dice – il mio motto è ‘mai dire mai’ e ora nel mio futuro c’è Parigi”.

Tiro a volo: portabandiera Jessica Rossi fuori da finale

Delusione per Jessica Rossi, una dei due portabandiera italiani ai Giochi di Tokyo. L’azzurra non è riuscita a raggiungere la finale nella fossa dove fu oro a Londra 2012. Per l’Italia ancora in gara Silvana Stanco, terza con 121/125.

Tokyo 2020, 24 casi positivi legati a Giochi in un giorno: è record

 Il comitato organizzatore di Tokyo 2020 ha reso noto che sono 24 i casi di covid legati ai Giochi registrati nelle ultime 24 ore. Si tratta del numero più alto dall’inizio del monitoraggio. Il totale è di 193. Fra i contagiati anche tre atleti tutti residenti al villaggio olimpico.

Canottaggio: Italia oro nel doppio pesi leggeri femminile

L’Italia ha vinto la medaglia d’oro nel doppio pesi leggeri donne di canottaggio alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Federica Cesarini e Valentina Rodini hanno concluso la loro gara davanti alla Francia e all’Olanda. E’ il secondo oro per l’Italia nella manifestazione.

Federica Cesarini e Valentina Rodini nel doppio leggero femminile hanno fatto la storia. Si tratta infatti della prima medaglia e del primo storico oro azzurro nel canottaggio femminile ai Giochi per la selezione azzurra che porta l’Italia sul podio più alto dopo 21 anni. Azzurre reattive allo start, balzano in testa appaiate alla Gran Bretagna, con Francia e Olanda che assestatisi dopo i primi colpi le vanno a prendere, e ai 500 metri è inglesi, francesi e italiane, in quest’ordine, in pochi centesimi. Si alza il vento sul Sea Forest Waterway ma le azzurre restano concentrate e continuano a restare attaccate al treno di Gran Bretagna e Francia, piazzando un attacco ai 750 metri che a 38 colpi le porta in testa. Rinviene pericolosamente l’Olanda in acqua 1, un avversario temibile per Fede e Vale che però ai 1000 metri sono ancora lì, terze a meno di cinque decimi dalle olandesi che dopo essere transitate in testa vanno ad aumentare. Brave le due azzurre a non cedere in questa prova di nervi a centrocampo che vede protagoniste anche Francia e Gran Bretagna, sarà una lotta anche a chi sbaglierà meno in un lago dalle difficili condizioni. Sembra prendere il largo l’Olanda in prossimità dei 1500 metri, dove però l’Italia passa ancora terza e ancora in piena lotta per un sogno. Le inglesi attaccano e la Francia prova a seguirle, Federica e Valentina sono lì a giocarsela, si appanna l’azione dell’Olanda e negli ultimi 200 metri ci si gioca il tutto per tutto. Vola la barca azzurra, la Francia risale pericolosamente ma è splendida l’azione azzurra. Nelle ultime 5 palate le azzurre danno il tutto per tutto, ed è oro.

Nuoto: Paltrinieri argento negli 800 stile libero

 Gregorio Paltrinieri conquista la medaglia d’argento negli 800 stile libero ai Giochi Olimpici di Tokyo. L’azzurro, debilitato nelle scorse settimane dalla mononucleosi, chiude in 7’42″11. Oro all’americano Robert Finke 7’41″87. Terzo l’ucraino Mykhailo Romanchuk (7’42″33).

 Volley: Azzurre superano agevolmente Argentina 3-0

Le azzurre del volley battono 3-0 l’Argentina (25-21 25-16 25-15) e restano a punteggio pieno nel loro girone dopo tre gare. Prossima gara contro la Cina. Prova di forza per le ragazze di Davide Mazzanti che dopo aver dovuto gestire una parziale resistenza delle sudamericane nel primo set hanno progressivamente preso le misure lasciando sempre meno campo alle avversarie che si sono dovute arrendere alla netta superiorità della formazione tricolore. Grazie alle 3 vittorie e ai 9 punti conquistati l’Italia ha fatto un altro importante passo in avanti verso il passaggio del turno. Mazzanti, che durante la gara ha schierato tutti i suoi effettivi, si è affidato al consueto schieramento che prevede la diagonale Malinov-Egonu, Danesi e Fahr le centrali, Bosetti e Pietrini i martelli e naturalmente De Gennaro libero. Argentina schierata con Mayer in palleggio, Mercado opposto, Lazcano e Farriol centrali, Rodriguez e Nizetich schiacciatrici con Rizzo libero. Primo set equilibrato con le squadre molto ravvicinate nel punteggio e con l’Italia in grado di piazzare il break decisivo solo nel finale riuscendo comunque ad aggiudicarsi il parziale per 25-21 chiudendo grazie a un ace di Fahr. Nel corso della frazione Mazzanti ha sostituito la palleggiatrice inserendo Orro al posto di Malinov. Secondo set iniziato con la conferma della palleggiatrice sarda nel sestetto, col passare dei minuti Mazzanti ha poi inserito Folie al posto di Fahr e Chirichella per Danesi. La rotazione degli effettivi da parte del CT ha fatto sì che la squadra proseguisse sulla strada già intrapresa in precedenza riuscendo così a portarsi sul 2-0 grazie al 25-16 decretato da un muro di Folie alla seconda palla set. Terzo e ultimo set che ha visto scendere in campo anche il capitano Miriam Sylla per una passerella conclusasi sul 25-15 e il conseguente 3-0 senza particolari sussulti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata