Vodafone, per prima volta in Italia operazione chirurgica in 5G da remoto
Vodafone, per prima volta in Italia operazione chirurgica in 5G da remoto

E' avvenuto dal palco del Vodafone Village a Milano, in occasione del 5G Healthcare - Vodafone Conference & experience day. Ad operare chirurgicamente il professor Matteo Trimarchi, otorinolaringoiatra dell'Ircss Ospedale San Raffaele

E' stata eseguita per la prima volta in Italia un'operazione chirurgica con un robot in remoto attraverso la rete 5G Vodafone. E' avvenuto dal palco del Vodafone Village a Milano, in occasione del 5G Healthcare - Vodafone Conference & experience day, dove erano presenti anche il ceo di Vodafone Italia, Aldo Bisio, e il rettore del Politecnico di Milano Ferruccio Resta. Ad intervenire chirurgicamente è stato il professor Matteo Trimarchi, otorinolaringoiatra dell'Ircss Ospedale San Raffaele, attraverso tecnologia realizzata con l'Iit (Istituto italiano di tecnologia) di Genova. In sala operatoria 'sotto i ferri' non un paziente, ma un modello di laringe sintetica che riproduceva un polipo sulle corde vocali. L'operazione è avvenuta con successo grazie alla bassissima latenza che caratterizza la rete di nuova generazione, oltre alla "banda ultralarga e alla affidabilità del 5G". Il chirurgo ha eseguito un intervento di microchirurgia laser transorale, direttamente dal Vodafone Village, e ha potuto azionare il laser e le pinze manipolatrici del robot da remoto ricevendo un video stereoscopico dell'area di operazione.

Alla conferenza sono stati presentati 9 progetti nel settore sanità e benessere, di cui 3 inediti con il 5G che, rivoluzionando il campo sanitario, "cambia il modo in cui ci si cura", sottolineano da Vodafone.

"Nel 5G c'è grande futuro nel campo del benessere e della salute. Il controllo remoto di pazienti con malattie croniche ha potenziali di sviluppo che libererà grandi risorse, in tempo di budget risicati per la sanità", ha detto Bisio sottolineando che "si parla di un impatto" della disponibilità di reti e servizi "del 5G pari allo 0,3-0,4 % del Pil all'anno. Un Pil di alta qualità, fatto da ingegneri e tecnici". Si aprono opportunità per i giovani nello scenario tracciato dal manager di Vodafone Italia che ha fatto di Milano "la capitale del 5G" in Europa con 90 milioni di investimenti dal 2017 e l'80% di copertura della popolazione raggiunta al 2018 e 41 progetti di innovazione (scuola, smarty city, mobilità) basati sul 5G, di cui 9 sperimentazioni in sanità.

Oltre al progetto della chirurgia a distanza (telechirurgia robotica), realizzato insieme all'Ospedale San Raffaele, in ambito healthcare, Vodafone lavora con la collaborazione di Exprivia-Italtel e Istituto Clinico Humanitas alla telegestione e al teleconsulto progettato per la radiologia. Insieme a Politecnico di Milano e Humanitas, Vodafone poi si sta applicando a un progetto di telemedicina per curare da remoto i pazienti con patologie respiratorie come Bpco (broncopneumopatia cronica ostruttiva) e asma.

E' targata Vodafone, con Ircss Ospedale San Raffaele, Regione Lombardia, Croce Rossa italiana - comitato di Milano e Altran, l'ambulanza connessa che consente elle ambulanze di essere sempre collegate con il centro di gestione delle emergenze e coi medici ospedalieri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata