Spazio, la Soyuz M-16 verso l'Iss

Partita dalla base di Baikonur, in Kazakhstan

(LaPresse) L’emergenza coronavirus non intacca le missioni spaziali. Almeno per il momento. La navetta Soyuz M-16 è infatti partita, come da programma, alla volta della Stazione Spaziale Internazionale con a bordo un equipaggio composto da tre astronauti: l’americano della Nasa Chris Cassidy e i due cosmonauti russi della Roscosmos, Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner. Il lancio è avvenuto dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakhstan.