Turisti in viaggio intorno alla Luna: il nuovo piano di SpaceX

A bordo del veicolo Big Falcon Rocket. Già nel febbraio 2017 la società californiana aveva annunciato che avrebbe inviato le prime persone

SpaceX ha annunciato un nuovo piano per lanciare i turisti intorno alla Luna usando il suo Big Falcon Rocket (BFR), un enorme veicolo di lancio che è stato progettato per trasportare le persone nello Spazio profondo.

Non è la prima volta che la società californiana, guidata dal Ceo di auto elettriche Tesla, Elon Musk, pubblicizza 'piani lunari'. Nel febbraio 2017 SpaceX ha annunciato che avrebbe inviato i primi due turisti spaziali al mondo intorno alla Luna alla fine del 2018. Il piano prevedeva il loro trasporto su un veicolo Dragon, simile a quelli che SpaceX invia regolarmente carichi di rifornimenti alla Stazione spaziale internazionale. Le identità di quei due turisti - e quanto intendessero pagare - non sono mai stati rivelati.

L'uomo non mette piede sulla Luna dall'ultima missione Apollo del 1972, che ha posto fine a un'era di orgoglio nazionale statunitense. Gli astronauti americani Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono stati i primi a esplorare la superficie lunare nel 1969, un momento passato alla storia con le celebri parole di Armstrong "un piccolo passo per l'uomo, un grande passo per l'umanità".

Solo 24 persone nella storia sono mai state sulla Luna. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha promosso piani per rimettere gli stivali sulla Luna, mentre la Nasa lavora alla costruzione di una piattaforma lunare che servirà da punto di partenza per le missioni che si dirigono ancora più lontano nello Spazio profondo, verso asteroidi o Marte. SpaceX è un partner commerciale chiave della Nasa e sta lavorando a una navicella con equipaggio che effettuerà il suo primo volo verso la Stazione spaziale internazionale orbitante il prossimo anno, ripristinando l'accesso allo Spazio dal suolo statunitense dal 2011, quando il programma dello space shuttle è stato ritirato dopo 30 anni. Anche Boeing è al lavoro su un suo veicolo per voli pionieristici programmati per il 2019.

SpaceX ha attualmente un contratto da 1,6 miliardi di dollari con la Nasa per rifornire gli astronauti che vivono sulla ISS attraverso viaggi cargo regolari con la sua astronave Dragon, lanciati a bordo di un razzo Falcon 9. BFR è il nuovo razzo di SpaceX, un veicolo di lancio super potente con 31 motori e la capacità di portare 150 tonnellate nello Spazio. Durante un discorso in Australia lo scorso anno, Musk si era detto fiducioso che il BFR sarebbe stato in grado di lanciare e sbarcare due navicelle cargo su Marte entro il 2022.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata