Problemi nei chip Intel, allarme sicurezza per pc e tablet
L'allarme dalle stesse società produttrici. Non sembra che ci siano stati attacchi per quella falla. Si lavora per correre ai ripari

Allarme cybersecurity: i maggiori produttori di microprocessori hanno ammesso che i loro prodotti - che costituiscono il cuore di pc, tablet e cellulari - hanno una falla nei sistemi di sicurezza, annunciando di essere al lavoro per minimizzare i rischi di attacchi hacker. Secondo un sito specializzato britannico, i chip del colosso americano Intel presentano un grave problema di sicurezza causato da un difetto nel design del prodotto: potenzialmente, questo potrebbe consentire agli hacker di prendere il controllo di un computer e accedere ai dati (password, numeri di carta di credito, ecc.) che vi sono memorizzati. Le notizie hanno fatto crollare il titolo Intel in Borsa (-3,40% alla chiusura di Wall Street). Il ceo, Brian Kraznich, ha dichiarato alla Cnbc che la preoccupazione riguardava tutti i microprocessori moderni e non solo quelli del suo gruppo. Secondo Kraznich, Intel è a conoscenza "da qualche tempo" del problema, dopo lo studio effettuato dagli esperti di sicurezza di Google. Il gigante di Mountain View, dal canto suo, ha confermato sul suo blog di aver scoperto "gravi falle della sicurezza relative a password o chiavi di crittografia" su dispositivi con chip Intel, AMD e ARM e di aver informato le tre società il 1 ° giugno 2017.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata