Mark Zuckerberg
Nuovo progetto di Facebook: una pagina di notizie in collaborazione con i media

Il fondatore del più grande social network ne ha parlato 

Facebook è al lavoro per creare una "pagina di notizie" sulla sua piattaforma, con l'obiettivo di sostenere finanziariamente il giornalismo "di alta qualità e degno di fiducia". Lo ha annunciato il suo fondatore Mark Zuckerberg. Il boss del social network più famoso del mondo, con 2,3 miliardi di utenti, ha parlato in un video trasmesso sulla sua pagina Facebook, durante un colloquio con Mathias Doepfner, CEO del colosso dei media tedesco Axel Springer. "Vogliamo che emergano informazioni di alta qualità e affidabili", ha detto Zuckerberg. "C'è moltissima gente che chiede di ricevere un maggior numero di notizie". Secondo l'amministratore delegato di Facebook, tra il 10 e il 15% degli utenti del social network sarebbero interessati ad un nuovo spazio dedicato alle news.

Senza dare dettagli sulla forma che questa nuova offerta potrebbe prendere, Zuckerberg ha semplicemente detto che avrebbe richiesto una certa selezione nelle informazioni pubblicate, aggiungendo che sperava di costruirla consultando i principali gruppi di media. Mentre i contorni della proposta vengono studiati dal gruppo, il fondatore di Facebook ha anche detto che questa offerta potrebbe aiutare a partecipare finanziariamente alla difficile transizione dei gruppi di stampa verso il digitale.

"Esiste una reale opportunità per offrire agli editori una migliore monetizzazione dei loro contenuti attraverso un servizio di notizie separato rispetto ai feed di Facebook", ha spiegato Zuckerberg. "Facebook potrebbe potenzialmente avere una relazione diretta con gli editori per assicurarsi che i loro contenuti siano disponibili", ha sottolineato ancora il capo di Facebook. Interrogato da Mathias Doepfner sulla possibilità che il social network possa pagare una licenza per gestire gli articoli dei giornali, Zuckerberg ha dichiarato: " e su cui bisogna riflettere". Ma, ha precisato, non ha nessuna intenzione di rendere Facebook un editore, preferendo invece intrattenere partnership con la stampa: "Non avremo giornalisti che si occupano delle notizie"

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata