Nexi, sul sito 18mila nomi di presunti clienti ma non violati i dati delle carte di credito
Nexi, sul sito 18mila nomi di presunti clienti ma non violati i dati delle carte di credito

La società: "La violazione della sicurezza non ha interessato informazioni di natura finanziaria dei clienti"

 Nexi comunica in una nota che i propri servizi di sicurezza hanno rilevato la pubblicazione su un sito internet straniero di un post anonimo contenente una lista di circa 18 mila nominativi (nome, cognome, indirizzo, codice fiscale e solo in alcuni casi un contatto telefonico non verificato) che l'autore anonimo attribuiva a presunti clienti Nexi. La società delle carte precisa però che "nessuno dei dati in questione afferiva, in ogni caso, a informazioni di natura finanziaria (es: numero carta, transazioni, codici identificativi, pin, password, etc, etc.)".

Nexi, inoltre aggiunge che "al momento, non ha rilevato alcun violazione dei propri sistemi informatici e che nessun dato relativo alle carte di pagamento gestite da Nexi è stato in alcun modo compromesso" e che "in molti casi i dati anagrafici non trovano corrispondenza con i dati contenuti sui sistemi Nexi", mentre "a seguito dell'immediata diffida da parte della società nei confronti del sito internet in questione, i dati sono stati prontamente rimossi". Infine, Nexi informa di aver "immediatamente denunciato il fatto alle autorità competenti riservandosi ogni azione volta a tutelare i propri interessi".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata