Spacex, miliardario giapponese sarà il primo turista a viaggiare intorno alla Luna

Non è stata rivelata la cifra pagata da Yusaku Maezawa che porterà con sè un gruppo di artisti: "È il sogno di tutta la mia vita"

Il miliardario e tycoon della moda giapponese Yusaku Maezawa sarà la prima persona a volare sul razzo SpaceX per un "viaggio turistico" attorno alla Luna, forse nel 2023. Il 42enne sarà così il primo turista "lunare", dopo la missione statunitense Apollo nel 1972, e probabilmente porterà con sé un gruppo di sei-otto artisti. Per questo "privilegio", il giapponese ha pagato una somma non precisata.

"Da quando ero bambino, amo la Luna", ha detto Maezawa nella sede centrale e luogo di produzione dei razzi di SpaceX a Hawthorne, in California, nel mezzo della zona metropolitana di Los Angeles. "È il sogno di tutta la mia vita", ha aggiunto, spiegando di aver scelto di partire con pittori, scultori, musicisti, fotografi, registi, fashion designer e architetti cui chiederà di produrre opere d'arte una volta tornati sulla Terra. Il futuro "turista spaziale" è il presidente del più grande centro commerciale di moda virtuale ed è la 18esima persona più ricca del Giappone, con una fortuna di 3 miliardi di dollari, secondo la rivista Forbes. Un'altra passione di Maezawa è collezionare opere d'arte: l'anno scorso il miliardario ha annunciato l'acquisto di un'opera di Jean-Michel Basquiat del valore di 110,5 milioni di dollari.

In totale 24 astronauti della Nasa, tutti uomini bianchi, hanno viaggiato verso la Luna durante l'era Apollo, tra gli anni Sessanta e Settanta; 12 di loro camminarono sulla superficie lunare. Il primo "turista spaziale" è stato Dennis Tito, imprenditore americano che nel 2001 pagò circa 20 milioni di dollari per volare su una navetta russa alla Stazione spaziale internazionale (Iss).

Il ceo di SpaceX, Elon Musk, ha descritto Maezawa come "il più coraggioso" e "il miglior avventuriero". "Si è proposto, siamo onorati che ci abbia scelto", ha affermato, dicendo che non rivelerà quanto il giapponese abbia pagato per il viaggio interstellare ma aggiungendo che per gli artisti sarà "gratuito". Musk ha anche aggiunto: "È una cosa pericolosa, per essere chiari. Non è una passeggiata al parco", "spingere il limite non è sicuro, esiste la possibilità che qualcosa vada storto". Quando i giornalisti gli hanno domandato se sarà anche lui un passeggero, Musk ha lasciato aperta la possibilità: "Non sono sicuro, lui ha suggerito che io vada in questo viaggio, ma non lo so", "forse entrambi saremo a bordo".

Il viaggio avverrà a bordo del Big Falcon Rocket, che potrebbe non essere pronto per ospitare viaggi di persone per altri cinque anni almeno, secondo Musk. Il BFR è stato descritto nel 2016 come il più potente razzo della storia, più del Saturn V Moon che lanciò le missioni Apollo cinquant'anni fa. Lo scorso anno Musk parlò dell'obiettivo "ambizioso" di fare un test di volo verso Marte nel 2022, seguito da un volo con persone a bordo nel 2024. Non è la prima volta che Musk promette di mandare turisti attorno alla Luna: lo scorso anno disse che due persone paganti avrebbero fatto il giro del satellite nel 2018, piano che non si è realizzato. Altre compagnie, come Virgin Galactic fondata dal tycoon britannico Richard Branson, e la Blue Origin del miliardario di Amazon Jeff Bezos, lavorano a viaggi in cui far sperimentare ai passeggeri la sensazione dell'assenza di gravità per qualche minuto. Altre compagnie russe stanno lavorando ugualmente a piani di turismo spaziale.

Intanto SpaceX, che ha ricevuto miliardi in fondi Nasa per portare forniture alla Iss e costruire una navetta per le persone, spera di diventare la prima compagnia privata a inviare astronauti alla stazione spaziale

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata