Microsoft fa causa a governo Usa su richiesta dati clienti
A proposito del diritto di avvertire i clienti quando un'agenzia federale controlla le loro comunicazioni email

Microsoft ha fatto causa al governo degli Stati Uniti a proposito del diritto di avvertire i clienti quando un'agenzia federale controlla le loro comunicazioni email. La causa è stata depositata ieri in un tribunale del Distretto occidentale di Washington e afferma che il governo stia violando la Costituzione, impedendo alla compagnia tecnologica di notificare a migliaia di clienti le richieste per controllare le loro email e altri documenti. Secondo Microsoft, le azioni del governo violerebbero il Quarto emendamento, che stabilisce il diritto di sapere se il governo controlla le loro proprietà, si legge dei documenti, e il Primo emendamento sulla libertà di espressione.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata