Messaggio in bottiglia di 132 anni: lo trovano i genitori del pilota F1 Ricciardo
La coppia ha trovato sulla spiaggia australiana il messaggio affidato da un marinaio tedesco alle acque dell'Oceano Indiano

Un messaggio in bottiglia scritto 132 anni fa e affidato da un marinaio tedesco alle acque dell'Oceano Indiano è stato trovato su una spiaggia australiana da un gruppo di escursionisti, tra cui i genitori della star di Formula 1 Daniel Ricciardo. Si tratta del più antico messaggio di questo tipo mai ritrovato. La bottiglia era semisepolta nella sabbia nei pressi di Wedge Island, 160 chilometri a nord di Perth. Dopo settimane di ricerche è stato possibile confermare che si tratta di un'autentico messaggio in bottiglia. Il biglietto, datato 12 giugno 1886, è stato inserito in una bottiglia di gin olandese del XIX secolo, lanciata dalla barca a vela tedesca Paula, a circa 950 chilometri dalla costa dell'Australia occidentale.

Si trattava di una delle migliaia di bottiglie utilizzate in un esperimento oceanografico tedesco per comprendere meglio le correnti oceaniche globali e trovare rotte di spedizione più veloci ed efficienti, secondo uno studio effettuato dal Museo del Western Australia. "Abbiamo contattato i colleghi nei Paesi Bassi e in Germania per trovare ulteriori informazioni", ha detto il curatore del museo per l'archeologia marittima Ross Anderson.

Una ricerca d'archivio in Germania ha trovato il diario originale della nave Paula, dove è riportata una voce per il 12 giugno 1886 che registrava una bottiglia gettata in mare. La data e le coordinate corrispondono esattamente a quelle sul messaggio della bottiglia. L'Agenzia federale marittima e idrografica e il Servizio meteorologico nazionale della Germania hanno confermato la scoperta come autentica. Il precedente messaggio in bottiglia più antico fu trovato in Germania 108 anni e 138 giorni dopo essere stato gettato nel Mare del Nord da un biologo marino nel 1906.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata