Bug nell'app di FaceTime: l'iPhone ascolta prima della risposta. Apple corre ai ripari

Il gigante statunitense ha disabilitato temporaneamente la funzionalità della chat di gruppo, causa del problema. Ma l'immagine del colosso 'paladino della privacy' ormai è fortemente compromessa

Negli iPhone si aggira un temutissimo bug che consente ad alcuni utenti di ascoltare altre persone tramite l'app di FaceTime prima ancora che queste rispondano alla chiamata violando dunque qualsiasi sistema di sicurezza. Un 'baco' da eliminare in fretta e la stessa Apple, dopo il clamore mediatico per la scoperta del bug segnalato per la prima volta sul sito web 9to5Mac.com, ha annunciato rimedi immediati. Il gigante statunitense ha subito fatto sapere attraverso il suo sito di supporto utente che ha disabilitato temporaneamente la funzionalità della chat di gruppo su 'FaceTime', causa del problema.
"Siamo consapevoli del problema e abbiamo identificato una soluzione che sarà diffusa con un upgrade del software più avanti nel corso della settimana", ha detto un portavoce dell'azienda di Cupertino.

L'iPhone che dunque ti ascolta prima di rispondere sta mettendo in difficoltà il colosso, impegnato per assumersi il ruolo di paladino sulla sicurezza della privacy dei suoi utenti. In un video pubblicato sull'account Twitter @BmManski si mostra la facilità con cui questo bug consente di ascoltare l'audio proveniente da un iPhone contattato tramite FaceTime. Lo scorso lunedì, aveva totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed era stata condivisa 10.000 volte in California. Secondo i video pubblicati su Twitter, quando qualcuno compone un numero di telefono su FaceTime, può scorrere lo schermo verso l'alto e scegliere un'opzione per aggiungere un nome. Se il chiamante inserisce il proprio numero nella schermata "Aggiungi persona", scatta la chiamata che si avvia anche se la persona contattata non ha ancora risposto. Il chiamante può quindi ascoltare e persino, secondo alcuni video, vedere 'l'altro' tramite la fotocamera del suo dispositivo. Negare la chiamata interrompe di fatto la connessione.

"Disattiva FaceTime per il momento, fino a quando Apple non lo correggerà", ha detto il co-fondatore di Twitter Jack Dorsey in un messaggio pubblicato sul social network. Il suo post includeva un eloquente messaggio del tecnico Andy Baio: "Vuoi vedere un brutto bug? È possibile utilizzare FaceTime per collegare qualsiasi dispositivo IOS 12.1 e ascoltare senza sconnettersi dall'altra persona". Apple si è mobilitata, pronta a riparare in fretta il difetto. Lo stesso Tim Cook, capo della Apple, aveva lunedì scorso lanciato su Twitter un avviso ai 'naviganti' mettendoli in guardia sui 'pericoli reali' di Internet sul tema della privacy e insistendo sulla necessità di agire con una serie di riforme in materia di riservatezza, dati che lui stesso considera "vitali".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata