A 15 anni scopre un'antica città Maya senza muoversi da casa
Il canadese è riuscito nell'impresa grazie alle costellazioni e a Google Earth

Come scoprire una antica città Maya senza muoversi da casa propria. A riuscire nella straordinaria impresa è stato un 15enne canadese, William Gadoury, che ha identificato la città nella giungla dello Yucatan passando semplicemente in rassegna le immagini satellitari sul proprio computer. Il giovane, affascinato dalla civiltà Maya, ha formulato una teoria incrociando i dati sulle costellazioni e le città. Il ragazzo ha infatti scoperto che almeno 117 città Maya erano state costruite in allineamento con le stelle. A quel punto, studiando una costellazione formata da tre stelle, si è reso conto che due corrispondevano ad altrettante città, mentre una era mancante: ecco così scoperta nella giungla una terza città corrispondente grazie a Google Earth.

Anche la Nasa e l'agenzia spaziale giapponese hanno confermato che, in corrispondenza del punto trovato sulle mappe dal ragazzo, ci sono una piramide ed una trentina di edifici che sembrano essere parte di quella che potrebbe essere una delle città più grandi scoperte risalenti all'epoca Maya. Gadoury ha deciso di battezzare la città come K'ÀAK 'CHI', che significa 'bocca di fuoco' in lingua Maya.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata