Zoff: E' stata dura, ma sto bene. Scudetto? Juve favorita

Roma, 4 gen. (LaPresse) - "Sto quasi bene, siamo sulla via giusta, speriamo". Dino Zoff rassicura così sulle sue condizioni fisiche, dopo il ricovero per infezione virale di fine novembre. "Non è stato facile", ha ammesso il portiere campione del mondo '82 ai microfoni di Radio anch'io Sport su Radiouno. "Ma sto bene. Non del tutto, ma va bene così". L'ex commissario tecnico della Nazionale, era stato colpito da un problema neurovegetativo che gli procurava serie difficoltà nel camminare.

EUROPEI. "Sulla carta l'Italia non rappresenta il massimo in campo europeo, ci sono nazionali più forti. Ma partire senza pennacchi per noi è importante, la storia lo insegna". Questo ' il pensiero di Zoff sul cammino che possono intraprendere gli azzurri ad Euro 2016. "Conte ha dato un contributo sull'aspetto del gioco notevolissimo", ha osservato l'ex portiere ai microfoni di Radio anch'io Sport su Radiouno. "La rosa è ristretta, mi auguro che la difesa della Juve tenga ancora. Possiamo fare bene, poi andare a vincere è un altro problema. Conte è riuscito a dare gioco a questa squadra, a rendere combattivi e sicuri del proprio gioco. Sono abbastanza fiducioso", ha aggiunto Zoff.


JUVE FAVORITA. Dino Zoff ha votato la 'sua' Juventus per lo scudetto. "Si è riproposta decisamente, ha fatto una rimonta dimostrando di essere sempre pericolosa. È squadra abituata a stare lì, è la squadra che ha più possibilità", ha commentato. "Poi ci sono altre 4-5", ha proseguito. "Napoli e Fiorentina giocano bene, l'Inter è robusta ed è in testa. La Roma ha iniziato male ma ha delegittimato l'allenatore in estate non convocandolo per la campagna acquisti e togliendogli il preparatore atletico. Ma hanno ancora possibilità". Sulle difficoltà delle romane e i malumori dei loro tifosi, Zoff ha commentato: "Le squadre sono buone, c'è qualcosa che non quadra a livello di comunicazione. Forse è un dialogo tra sordi. Capisco che i tifosi non debbano essere esigenti nel giudicare le condizioni di una società ma qualcosina in più verso i tifosi, tranne verso quelli violenti, bisognerebbe fare".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata