Zanetti: Inter ha obbligo di tornare ad essere protagonista

New York (Usa), 31 lug. (LaPresse) - "L'obbligo è tornare ad essere protagonisti: questa dev'essere la stagione del riscatto e per riuscirci serve un gruppo solido". Parole di Javier Zanetti, nel corso della serata dedicata al connubio tra Inter e Brooks Brothers, nel cuore di Broadway. "Il nostro è fatto di giocatori più esperti e giocatori giovani, sui quali puntiamo molto - spiega il capitano nerazzurro - il giusto mix ci aiuterà a tornare ancora più forti di prima. Noi siamo qui per aiutare i giovani che sono il nostro futuro e per questo puntiamo molto su di loro". L'argentino spende poi parole di elogio per il tecnico Mazzarri, che definisce "preparato, con le idee chiare: per una grande squadra serve un tecnico con una grande personalità e lui ce l'ha".

Riguardo le sue condizioni fisiche e tracciando il punto sul lungo recupero dalla rottura al tendine d'Achille, Zanetti spiega: "Non so quando tornerò - prosegue - ma so che sto lavorando per farlo". "Poi, quando sarò tornato, a fine stagione valuterò se smettere o se avrò la forza e la voglia per giocare ancora. Finita l'esperienza da giocatore, mi auguro di essere utile da dirigente come lo sono stato in campo". Il 10 agosto l'argentino compie 40 anni: "L'augurio che mi faccio è continuare a essere felice come sono stato finora e come sono adesso", spiega.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata