Zamparini: Gattuso a Palermo? Possibile. Ilicic in Germania

Torino, 29 mag. (LaPresse) - "Ipotesi suggestiva ma per ora fantasiosa: Rino ha ancora un anno di contratto col Sion da giocatore, non so come possano essere uscite queste illazioni sul Palermo". Così Andrea D'Amico, procuratore di Gennaro Gattuso, commenta le indiscrezioni sul possibile arrivo a Palermo del suo assistito, nel ruolo di allenatore. "Uno come Rino - spiega ai microfoni di Radio Sportiva - farebbe bene ovunque, ma per adesso fa ancora il giocatore. Lui si sente già pronto per fare l'allenatore, ha esperienza e carisma, ma quella al Sion è stato un periodo formativo e di passaggio, niente di più". Gattuso, chiarisce il procuratore, "farà ancora un altro anno il calciatore, poi si valuterà: non mettiamo limiti alla provvidenza, Italia o estero. Sarà un grandissimo allenatore, è il suo approdo naturale, ma per adesso - conclude - è prematuro parlarne".

Nel pomeriggio, però, Maurizoo Zamparini è uscito allo scoperto. "In questo momento Sannino ha espresso il desiderio di andare via e sono molto arrabbiato con lui visto che per prenderlo ho dovuto inchinarmi e son dovuto andare alla cassa del Siena", ha detto il presidente del Palermo ai microfoni di Radio Radio. "In questo momento il fatto che se ne vada senza colpo ferire io non ci sto. Non capisco perchè - prosegue il patron rosanero - se una società esonera un allenatore deve continuare a pagarlo e se invece avviene il contrario può farlo impunemente". Sulle voci di un ingaggio di Rino Gattuso come allenatore, Zamparini non smentisce: "E' logico che il mio ds e lo staff si stanno guardando in giro qualora non si trovasse un accordo con Sannino. Può esserci anche Gattuso, si sono proposti a Palermo 16 allenatori, 17 con Rino. Tutti vorrebbero venire a Palermo".

Un Zamparini che appare molto convinto sull'ipotesi Gattuso, aldilà della scarsa esperienza. "Di Gattuso mi piace tutto come uomo - dichiara - è un 'uomo uomo'. Non ha dalla sua l'esperienza, ma ha giocato tanti anni. Vediamo, è un'opzione come tante altre. Al Sion ha fatto per sette domeniche l'allenatore, se lo prendiamo mi auguro diventi Conte ma dobbiamo vedere. Non c'è solo lui, c'è Iachini che è libero, Ventura che vorrebbe tornare, ci sono tanti che si sono appalesati, tra questi anche Gattuso, come può darsi che Sannino ci ripensi e voglia rimanere". Zamparini non teme che Berlusconi possa soffiragli Gattuso per portarlo al Milan: "Non penso, credo che il Milan abbia piacere vada ad allenare prima per 2-3 anni".

Zamparini vuole costruire in Serie B un Palermo in grado di tornare subito nella massima serie: "Stiamo costreundo una squadra veramente forte e speriamo di raggiungere tutti gli obiettivi. Vogliamo tornare subito in Serie A e vogliamo fare un Palermo di categoria con gocatori che possano poi giocare anche in Serie A". Per quanto riguarda i pezzi pregiati, Zamparini di fatto annuncia l'addio a Miccoli e Ilicic: "Miccoli è a scadenza di contratto e non scende in serie B. Ilicic è seguito in Germania, più che dalla Fiorentina. Hernandez e Dybala rimangono invece da noi". Per quanto riguarda altre operazioni di mercato, Zamparini conclude: "Seferovic è un giocatore interessante, ma i giocatori li scelgo io. Il telaio della squadra rimarrà, il portiere (Sorrentino, ndr) rimarrà anche se richesto da Inter e Roma. Restano Morganella, Munoz, cerchiamo un difensore centrale. Rimarrà Barreto sicuramente, torna Bacinovic. Cerchiamo una punta e due esterni di spessore".



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata