Zamparini contro il Milan: Galliani mi ha quasi estorto Nocerino

Palermo , 19 set. (LaPresse) - "Nocerino me l'ha quasi estorto Galliani , perché ormai sono talmente poveri che comprano soltanto giocatori a fine contratto". Lo ha detto Maurizio Zamparini ospite della trasmissione di Radio2, 'Un giorno da pecora'. "Montolivo dove crede che andrà l'anno prossimo?. Pastore? Quello a cui l'ho venduto è uno sceicco arabo, è un signore, mica Berlusconi", ha detto ancora il massimo dirigente rosanero.

Zamparini, letteralmente scatenato, ha detto la sua anche sullo scandalo che sta travolgendo Silvio Berlusconi: "Non so perché non si dimette, magari. Non può dimettersi, è attaccato talmente lì, si è rincitrullito, non so perché rimanga lì, è un amico, ma non so perché rimanga lì, ormai ha fallito, noi italiani speravamo in lui, ma adesso speriamo che se ne vada".

"Entro in politica? No, l'ho detto dall'inizio. Sarei un pazzo", ha risposto poi Zamparini a un'altra domanda di Giorgio Lauro e Claudio Sabelli Fioretti. Il presidente ha anche parlato delle sue eventuali dimissioni da presidente del Palermo. "Mi dimetto da presidente del club? Sì, quando trovo il mio sostituto, lo sto cercando da un anno però non lo trovo, non è una cosa facile e mica posso lasciare il posto vacante".

Il massimo dirigente della società di viale del fante ha ironizzato sulla sua fama di mangia allenatori. "Il prossimo allenatore del Palermo? Siccome voglio risparmiare - ha premesso in tono scherzoso l'ex presidente del Venezia -, lo farà Zamparini, così non devo pagare un altro stipendio. Quante sconfitte ci vogliono? Ne basta mezza".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata