World Series of Poker, vince Pius Heinz
ROMA - Alla fine ha vinto lui, come era logico aspettarsi, visto che era il chip leader prima dell'ultima sessione di gioco, in cui erano arrivati in tre. Pius Heinz trionfa nel Main Event delle World Series of poker ed è il primo player tedesco a conquistare il braccialetto più prestigioso, oltre a una prima moneta da 8,7 milioni di dollari, il terzo premio più ricco nella storia dei tornei di poker. Heinz è stato bravissimo a recuperare lo svantaggio dagli altri player, visto che al final table ci era arrivato fra i più short: in settima posizione fra i november nine, dopo la prima selezione è riuscito a chiudere da chipleader, con il doppio delle fiches dei suoi avversari, Ben Lamb e Martin Staszko. E proprio contro Staszko (secondo classificato, che vince 5,4 milioni di euro), Heinz si è giocato l'heads up finale del torneo. Una session da sei ore, poco lontana da quella record del 1983 fra Tom McEvoy e Rod Peate. Heinz e Staszko hanno quasi giocato a gatto e topo, passando in testa al chip count vicendevolmente, con alle spalle un pubblico degno - per numero e soprattutto per rumorosità - della finale di coppa del mondo. Alla fine, la mano decisiva è stata assegnata dalla carta più alta: nessuno dei due fra flop e river è riuscito a chiudere nemmeno una coppia, ma l'Asso Kappa di Heinz gli è valso il braccialetto delle Wsop.AG/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata