Vonn: Tornerò più forte di prima. Tiger? No comment

Londra (Regno Unito), 22 feb. (LaPresse/AP) - Lindsey Vonn è soddisfatta dei progressi del suo ginocchio dopo l'intervento chirurgico subito a Vail a causa del grave infortunio subito ai Mondiali di Schladming. La campionessa americana accusa però in modo chiaro gli organizzatori della kermesse iridata e sostiene che a causa del deterioramento delle condizioni della pista, il SuperG dello scorso 5 febbraio non avrebbe dovuto disputarsi. La Vonn si è rotta i legamenti del ginocchio a causa di una caduta. In una conference call, la Vonn ha ribadito che "non pensavo fosse sicuro" effettuare un super-G sulla neve morbida e che "la sicurezza degli atleti dovrebbe venire prima di tutto". L'olimpionica di Vancouver, a causa dell'infortunio, si ritiene una possibile "sorpresa" in vista della discesa libera delle Olimpiadi di Sochi 2014 a cui spera di riuscire a partecipare.

Tornando al SuperG fatale di Schladming, la Vonn ricorda e ribadisce che "la ragione per cui sono caduta è al 100% la neve troppo morbida". Mentre era nella neve, con il dolore e in attesa che un elicottero la sollevasse per trasferirla in ospedale, la campionessa americana ha rivelato di aver chiamato Alex Hoedlmoser, l'allenatore della nazionale femminile degli Stati Uniti, per chiedere agli ufficiali di gara di fermare la gara. "Purtroppo non l'hanno fatto e questo mi ha decisamente deluso", ha detto ancora la Vonn. Resisi conto delle condizioni proibitive e dopo il grave incidente dell'americana gli organizzatori hanno fermato la gara dopo le prime 36 concorrenti, comunque troppo tardi. Schladming è ormai il passato e la fuoriclasse americana guarda al futuro e al lungo periodo di riabilitazione. "Sto canalizzando la maggior parte delle mie energie negli allenamenti", ha detto sempre nella conference call. Ha raccontato di passare molto tempo con la sorella Laura a guardare film e sta cercando di godersi anche un po' di quel tempo libero che non ha mai avuto.

"È un cambiamento di vita. Ma è difficile per me stare sempre ferma. A volte mi sento impotente. Andare in palestra e rimanere attiva però mi fa sentire molto meglio", ha raccontato ancora la Vonn. Nella conversazione con i giornalisti, pur parlando a 360 gradi del suo infortunio e della sua attuale condizione, la sciatrice americana non ha voluto commentare le voci su una sua relazione con il golfista Tiger Woods. Un argomento off-limits. "Sono passate solo due settimane dal peggiore infortunio che ho avuto nella mia carriera. In questo momento non ho alcuna intenzione di parlare della mia vita privata", ha tagliato corto. Quindi tornando sulla lunga fase di riabilitazione, la Vonn ha concluso: "Mi sento abbastanza bene ora. Sto prendendo un giorno alla volta. È importante per me essere paziente perchè sarà un percorso lungo. In vista delle Olimpiadi di Sochi ho intenzione di fare tutto il possibile per arrivarci più forte di prima".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata