Volley Europei, Italia all'esordio con Portogallo: "Non siamo appagati dal pass olimpico"
Volley Europei, Italia all'esordio con Portogallo: "Non siamo appagati dal pass olimpico"

Azzurri tra i favoriti della competizione con la Polonia, bicampione del Mondo, la Francia, padrona di casa, Russia e Serbia

La qualificazione ottenuta per i Giochi di Tokyo è un traguardo da cancellare in fretta. Niente pancia piena, nessuna voglia di lasciarsi andare e cedere alle distrazioni. L'Italia del volley che oggi inizia la sua avventura agli Europei in terra di Francia debuttando a Montpellier contro il Portogallo (ore 17.15), non intende fermarsi dopo il successo nel torneo di Bari dello scorso agosto battendo la Serbia, e punta a sfruttare l'onda vincente. Scoglio principale la Polonia, bicampione del mondo, la Francia padrona di casa, la Russia che ha vinto la Volleyball Nations League (Vnl) e proprio la nazionale serba agguerrita proprio per il mancato pass olimpico. "Sarà importante gestire al meglio la parte mentale; abbiamo detto a più riprese che la qualificazione olimpica rappresentava l’obiettivo principale della stagione, ma ora non dobbiamo sentirci appagati per ciò che abbiamo fatto. Sarà importante approcciare con cattiveria a questo torneo. Il calendario ci metterà di fronte alle squadre più quotate nelle ultime due gare, ma come ci insegna la storia recente ogni avversaria va affrontata con rispetto e concentrazione massima", ha sottolinea il ct Gianlorenzo Blengini che mette subito in chiaro i rischi che può correre la nazionale, alle prese con una rassegna rinnovata e con una formula a 24 squadre. "Di certo sulla carta questo tipo di calendario ci permette una crescita progressiva ma guai a sottovalutare chi sta dall’altra parte della rete", ha aggiunto il ct. Lo stesso capitano Ivan Zaytsev sottolinea l'aspetto mentale con cui l'Italia deve affrontare il torneo: "Siamo consapevoli che aver conquistato il pass per Tokyo è una grande cosa, ma fa già parte del passato. Siamo tutti consapevoli che questa rappresenta un’ottima occasione e non vogliamo farcela sfuggire. Fino ad ora la stagione è andata come ci aspettavamo, compreso l’inserimento di ragazzi più giovani che hanno fatto vedere ottime cose soprattutto in Vnl. Tutto ciò ha permesso a noi vecchietti di riposare e tirare un po’ il fiato senza mai perdere di vista i vari obiettivi stagionali che ci siamo prefissati".

L'obiettivo è di quello di crescere in maniera costante, avversario dopo avversario, senza mai abbassare il livello di concentrazione: "Noi, come Italia, ci scopriremo strada facendo e faremo del nostro meglio per salire sul podio. Il torneo è lungo e non sappiamo dove arriveremo, certamente partiremo con la consapevolezza dei nostri mezzi, ma anche sapendo che non saremo gli unici a volere fare bene. Ci sono anche altre squadre con la pressione addosso vedi la Francia, la Polonia, la Serbia e la Russia. Noi saremo nel gruppone e come sempre ce la giocheremo". L'Italia inserita nella Pool A a Montpellier debutterà contro il Portogallo, avversario che Blengini invita a non sottovalutare: "Ha giocatori esperti che hanno giocato in Italia e che abbiamo già affrontato in Vnl quest'anno con un assetto molto simile. Rispetto a giugno hanno cambiato uno dei due schiacciatori e il libero, ma l'ossatura della squadra è la stessa".

Seguirà venerdì la sfida contro la Grecia (20.45), poi domenica la Romania (alle 14). Le ultime due sfide del girone contro la Bulgaria il 17 settembre alle 19.30 e con la Francia il giorno dopo alle 20.30. Tutte le sfide andranno in diretta sulla Rai.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata