Volley, Azzurre regalano a Renzi maglia nazionale per lui e la moglie

Roma, 11 nov. (LaPresse) - Due maglie Azzurre con il numero 1. Una con la scritta Matteo l'altra con la scritta Agnese, moglie del premier. E' il regalo che la delegazione della nazionale femminile di volley ha fatto al Presidente del Consiglio che le ha accolte oggi a Palazzo Chigi dopo il quarto posto nel Mondiale femminile disputato in Italia.

"Vorrei ringraziarvi a nome del Paese, ci avete reso orgogliosi e se anche non è arrivata la medaglia, che aspettiamo la prossima volta, è arrivata una medaglia bellissima che è quella dell'affetto, della riconoscenza e dell'emozione". Lo ha detto il premier Matteo Renzi ricevendo a Palazzo Chigi una delegazione della nazionale di volley femminile giunta quarta al recente Mondiale italiano. "E' stata una bellissima emozione seguire queste ragazze - ha aggiunto Renzi - Di solito si parla così quando si arriva primi, quando si vince, ma il messaggio che è arrivato è stato quello di una straordinaria bellezza di un torneo che è andato in crescendo anche se poi in semifinale non è andata bene, ma lo sport è questo". Renzi ha spiegato di non voler sottolineare solamente l'aspetto agonistico e sportivo, ma mandare anche un messaggio ai giovani che seguono la pallavolo. "Una disciplina affascinante anche per chi come me non è capace. Dentro la pallavolo c'è una bellissima esperienza di vita". "Quindi - ha concluso Renzi con una battuta - vorrei dire a tutte voi, da capitan Piccinini a destra, o da sinistra verso destra tanto è le stessa cosa dal punto di vista di come la si vede, non vorrei far qui discorsi politici... Vorrei ringraziarvi a nome del vostro Paese, ci avete reso orgogliosi".

"Non è la prima volta che la ringraziamo per aver dedicato la sua attenzione alla pallavolo. Se oggi siamo qui senza aver vinto una medaglia è perché il suo apprezzamento per il nostro movimento è davvero alto e questo mi fa molto piacere. Abbiamo bisogno dell'affetto delle istituzioni". Lo dice il presidente della Federvolley, Carlo Magri, rivolgendosi al premier Matteo Renzi. "La nostra costante ricerca di organizzare le manifestazioni internazionali credo sia un messaggio di ottimismo e coraggio per un paese che in questo momento penso ne abbia bisogno - aggiunge Magri - in questo mondiale sono state brave le ragazze e anche i comitati organizzatori. Lo dimostra il fatto che la Fivb si è subito convinta a svolgere in Sardegna un importante congresso mondiale".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata