Gabriele Nelli
Mondiali di Volley. Bene le seconde linee, l'Italia liquida l'Olanda

Blengini fa riposare i titolari e trova ottime risposte dai panchinari: 3-1 (16-25, 25-20, 27-25, 25-15)

Funziona anche l'Italia delle seconde linee. Ai mondiali di Volley, il coach azzurro Gianlorenzo Blengini mette in campo i panchinari ("Liberiamo i cani della panchina" aveva twittato il grande Ivan Zaytsev) e sgomina facilmente l'Olanda. Ecco i ragazzacci che ci mettono un set per capire che sono i mondiali e altri tre per fare a fettine gli olandesi (3-1; 16-25, 25-20, 27-25, 25-15): Gabriele Nelli (25 anni), Michele Baranowicz (29 anni), Davide Candellaro (29 anni), Luigi Randazzo (24 anni), il libero Salvatore Rossini (32 anni), Enrico Cester (30 anni), Gabriele Maruotti (30 anni). Gente chiusa da Juanotorena, Giannelli, Zaitsev e gli altri, gente legata alla maglia e alla causa che gioca alla grande una partita che poteva essere presa sottogamba in quanto inutile per la classifica e la qualificazione (ormai certa). Ottima prova per Nelli (2 metri e 8 e 53 di scarpe) e Candellaro che mettono giù un mare di palloni.

Ecco i risultati dell'ultima serata:

GRUPPO E
Italia-Olanda 3-1
Russia-Finlandia 3-1

GRUPPO F
Slovenia-Australia 2-3
Belgio-Brasile 2-3

GRUPPO G
Stati Uniti 3-0
Bulgaria-Canada 2-3

GRUPPO H
Polonia-Serbia 3-0
Francia-Argentina 3-1

Foto Piero Cruciatti - LaPresse 23/09/2018 Milano ( Italia) Sport pallavolo Italia vs Olanda - Campionato Mondiale FIVB 2018 Nella foto: Thijs Ter Horst, Michele Baranowicz, Enrico Cester Photo Piero Cruciatti - LaPresse 23/09/2018 Milan (Italy) Sport Volley Italy vs The Netherlands - FIVB world Championship 2018 In the pic: Thijs Ter Horst, Michele Baranowicz, Enrico Cester

Per gli azzurri, ora, un po' di riposo dopo tre sfide consecutive ad alto tasso di adrenalina. Domani i sorteggi. Le magnifiche sei sono: Italia, Russia, Brasile, Stati Uniti, Polonia e Serbia. Verranno divise in due gironcini da tre. Le due prime giocano le semifinali con le due seconde. Poi la finale. Praticamente c'è poco da scegliere. L'Italia non avrà il Brasile  nel suo girone. Per il resto tutto può succedere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata