Volley, mondiali femminili: secondo successo per le azzurre, 3-0 al Canada

Il commissario tecnico Mazzanti: "Sono soddisfatto, possiamo crescere in battuta". La squadra torna in campo martedì 2 ottobre contro Cuba

Secondo successo consecutivo per la nazionale italiana femminile nel Campionato del Mondo di volley 2018 in Giappone. Le azzurre di Davide Mazzanti hanno regolato con un netto 3-0 (25-15, 25-15, 25-18) il Canada, salendo a quota 6 punti nel girone B. Contro la squadra guidata da Marcello Abbondanza, l'Italia ha mostrato un gioco ancora più brillante rispetto al match d'esordio con la Bulgaria. Sin dall'inizio della gara Malinov e compagne sono partite forte, tenendo un ritmo alto che non ha mai permesso alle canadesi di restare a contatto.

Il monologo azzurro è durato per due set, poi nel terzo il Canada ha mostrato più resistenza, ma l'Italia ha chiuso velocemente il discorso confermandosi in testa alla pool B. Elena Pietrini (oggi a referto come secondo libero) è stata tenuta a riposo in via precauzionale, a causa di un risentimento muscolare addominale. Lunedì è in programma l'unica giornata di riposo della prima fase, le ragazze di Mazzanti torneranno in campo martedì 2 ottobre per affrontare Cuba (ore 6.40, con diretta tv su RaiDue). Contro il Canada la migliore marcatrice è stata Paola Egonu (18 punti), davanti a Lucia Bosetti 14 (punti). Bene l'Italia a muro: 7 i totali (4 di Danesi), mentre le avversarie ne hanno messo a segno solo uno. L'Italia si è schierata in campo con la formazione tipo: Malinov in palleggio, opposto Egonu, schiacciatrici Sylla e Bosetti, centrali Danesi e Chirichella, libero De Gennaro.

Il primo set è stato tutto in favore delle azzurre, Paola Egonu è andata a segno a ripetizione, mentre il Canada ha perso terreno (10-5). Ofelia Malinov ha innescato alla perfezione le sue compagne e così l'attacco tricolore ha tenuto percentuali altissime (19-11). Le ragazze di Mazzanti hanno continuato a spingere sino al definitivo (25-15). Nel secondo parziale sono bastati pochi scambi all'Italia per prendere nuovamente il comando. Paola Egonu ha continuato a fare la voce grossa, così come il muro azzurro che ha controllato molto bene le attaccanti canadesi (17-8). La continuazione del set non ha riservato nessuna sorpresa e la formazione tricolore ha chiuso velocemente sul (25-15). Nella terza frazione il Canada si è dimostrato più combattivo e sino al (14-14) ha viaggiato al fianco dell'Italia che, invece, rispetto ai set precedenti ha commesso alcuni errori. Una volta ritrovato il proprio ritmo, Bosetti e compagne si sono riportate in testa e hanno dato vita alla fuga decisiva (25-18).

"Abbiamo fatto una buona partita, in attacco e contrattacco ho visto cose molto positive. Possiamo crescere in battuta, ma nel complesso sono soddisfatto e le ragazze oggi mi sono piaciute tanto soprattutto nelle situazioni di palla 'sporca', quando con grande abilità hanno ottenuto spesso il punto - ha commentato Davide Mazzanti, commissario tecnico della Nazionale di volley femminile - Lunedì dovremo gestire bene il giorno di riposo, pensando anche a quello che ci aspetta. Sarà importante ricaricare le energie, perché sappiamo bene che ci giocheremo nelle ultime due partite del girone (Turchia e Cina) una parte importante delle nostre chances per di qualificarci alla terza fase. Conosciamo la posta in palio e siamo pronti ad affrontare queste sfide nel migliore dei modi". 

Per Lucia Bosetti "il Mondiale è iniziato bene, sapevamo che queste partite sulla carta erano le più abbordabili, però era fondamentale non commettere errori. Dobbiamo rimanere concentrate sul gioco e sul nostro percorso. La squadra oggi è stata brava a non abbassare mai il ritmo, tenendo sempre sotto pressione le avversarie. Sfrutteremo il giorno di riposo e poi penseremo a Cuba e soprattutto alle ultime due partite con Turchia e Cina. Fondamentale - ha aggiunto la schiacciatrice azzurra - è ragionare partita dopo partita, io nemmeno penso troppo che siamo al Mondiale, concentrazione massima sulla gara del giorno e questo mi aiuta a gestire la pressione".

"Siamo felici, era importante vincere bene queste partite per poi concentrarci al meglio sulle prossime - ha detto Ofelia Malinov - L'imperativo è non sottovalutare mai nessuno, basta poco per rimettere in corsa le avversarie. Il rischio grosso in questo tipo di gare è calare di ritmo o perdere la concentrazione, ma noi sia ieri che oggi non abbiamo commesso questi errori. Bisogna continuare su questa strada e sprecare meno energie possibili in vista delle difficili partite che ci aspettano - ha proseguito la palleggiatrice azzurra - Sono felicissima di essere presente al Mondiale, ogni giorno è un'emozione unica".

ITALIA - CANADA 3-0 (25-15, 25-15, 25-18)

ITALIA: Malinov 2, Chirichella 4, Sylla 10, Egonu 18, Danesi 12, Bosetti 14. Libero: De Gennaro. N.e: Ortolani, Cambi, Nwakalor, Fahr, Lubian, Parrocchiale, Pietrini (L). All. Mazzanti.

CANADA: Bailey 6, Cross 2, Van Ryk 8, Gray 14, Maglio 5, Cyr. Libero: Niles. Richey, Smith, Beamish, Ogoms. N.e: Feore (L), Joseph, Belanger. All. Abbondanza.

Arbitri: Schurmann (Lie) e Mokry (Svk). Spettatori: 750. Durata Set: 20', 25', 25'.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata