Ventura: Affrontiamo Juve umilmente ma anche con consapevolezza

Torino, 30 nov. (LaPresse) - "E' evidente che noi andiamo là con la speranza di fare risultato, pur sapendo che incontri la squadra più forte. Hanno avuto la settimana completa e dunque arriveranno concentrati e pronti a questa sfida. Sento sempre dire che il derby non è mai una sfida come un'altra. Sono arrivato l'anno scorso quando qui a Torino c'era depressione: oggi invece credo sia veramente la festa di Torino. Siamo onorati di andare allo Juventus Stadium: ci andremo con umiltà, ma anche consapevolezza". Parole del tecnico del Torino, Giampiero Ventura, alla vigilia del derby contro la Juventus. "Sono sfortunato perchè sono andato a vedere la Juve contro il Chelsea e sono uscito depresso, mentre mi sono perso quella contro il Milan - ha aggiunto - A parte le battute, c'è voglia di fare e sappiamo che certe partite sono difficili, ma se le interpreti nel modo giusto non sono impossibili".

Secondo Ventura quella dello Juventus Stadium: "E' una sfida che mi incuriosisce molto perchè è un passaggio importante per verificare la maturità che è stata acquisita. Abbiamo un anno e mezzo di lavoro alle spalle e domani dovremo metterlo in campo". Il tecnico ligure ha proseguito spiegando che: "questa partita sia molto sentita soprattutto dai miei esordienti. Questa squadra ha consapevolezza dei propri pregi e dei propri difetti: andiamo a giocarcela con consapevolezza. Per me è la prima volta che vado allo Juventus Stadium. L'anno scorso sognavamo il derby, ora abbiamo la possibilità di giocarcelo e daremo il massimo". Infine una battuta sul collega bianconero Antonio Conte: "E' un amico e sta dimostrando in Italia, e gli auguro di farlo anche in Europa, di aver creato una squadra organizzata", ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata