Us Open, clamoroso ko per Federer: "Non respiravo, colpa del caldo"
Battuto a sorpresa da Millman, che se la vedrà ai quarti con Djokovic. Suarez Navarro elimina Sharapova

"Non riuscivo a respirare, non mi entrava aria nei polmoni. Continuavo a sudare, sempre di più, mentre la partita continuava e io perdevo. Si vede che Millman sa affrontare meglio certe situazioni, lui viene da uno dei posti più umidi della terra, Brisbane!". Roger Federer commenta così la sua uscita di scena dagli Us Open - 3-6, 7-5, 7-6(3/7), 7-5(7/3) - contro John Millman, australiano numero 55 del mondo, che ora se la vedrà ai quarti con Novak Djokovic. Una spiegazione climatica più che tecnica per la clamorosa sconfitta che, comunque, il fuoriclasse svizzero ha preso abbastanza bene.

Fuori anche Sharapova. Carla Suarez Navarro stacca il pass per i quarti femminili. Nella notte italiana la spagnola, numero 24 Wta e 30esima testa di serie, ha centrato per la seconda volta in carriera i quarti sul cemento newyorkese (era già accaduto nel 2013). E lo ha fatto battendo per 6-4 6-3, in appena un'ora e mezza di gioco, la russa Maria Sharapova numero 22 Wta e 22esima testa di serie. Avanzano anche Naomi Osaka e Lesia Tsurenko. La giapponese, numero 19 Wta e 20esima testa di serie, si è imposta sulla bielorussa Aryna Sabalenka, numero 20 Wta e 26esima testa di serie, per 6-3 2-6 6-4, in poco più di due ore. L'ucraina Tsurenko, numero 36 Wta, ha battuto la giovane ceca Marketa Vondrousova, numero 103 del ranking mondiale con il punteggio di 6-7 7-5 62 dopo oltre due ore e mezza di lotta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata