Trofeo Tim al Milan: Honda stende la Juve, Menez ed El Shaarawy affondano il Sassuolo. Sorride Inzaghi, meno Allegri

Reggio Emilia, 23 ago. (LaPresse) - Il Milan di Pippo Inzaghi ha vinto il Trofeo Tim 2014, tradizionale triangolare di metà agosto contro Juventus e Sassuolo. I rossoneri hanno battuto per 1-0 la Juventus nella prima mini sfida con un gol di Keisuke Honda, poi hanno concesso il bis contro il Sassuolo per 2-0 con un rigore di Menez e una rete del ritrovato El Shaarawy. Milan che non sembra aver accusato l'addio improvviso di Balotelli e che è apparso invece in crescita di condizione.

HONDA STENDE LA JUVE. Il Milan ha battuto per 1-0 la Juventus nella prima partita del Trofeo Tim 2014. I rossoneri, da pochi giorni privi, di Mario Balotelli hanno trovato il gol decisivo con un bel sinistro da centroarea di Keisuke Honda su assist dalla sinista di Mattia De Sciglio. Proprio il giapponese è apparso il più in palla nella squadra di Inzaghi, pericoloso già sullo 0-0 quando viene fermato da Evra al momento di calciare a tu per tu con Storari. Honda ancora insidioso nel finale su calcio piazzato dal limite. Un debutto amaro per Max Allegri sulla panchina della Juve contro la sua ex squadra, non è bastato ai bianconeri il ritorno in campo di Arturo Vidal. Il tecnico toscano ha schierato ancora una difesa a 4 con Giovinco e Tevez in attacco, tenendo a riposo Llorente e Buffon, ma i due non sono riusciti quasi mai ad impensierire la difesa milanista. La seconda partita del torneo vedrà opposti ora la Juventus opporta al Sassuolo. Chiuderà il programma la sfida tra i neroverdi di Di Francesco e il Milan.

PEREYRA REGALA PRIMA GIOIA ALLA JUVE. Nella seconda partita, la Juventus ha battuto per 1-0. Decide un gol di Roberto Pereyra nel finale, abile a deviare in rete da due passi un assist dalla sinistra di Mattiello. Dopo il ko contro il Milan, Allegri contro un'altra sua ex squadra, schiera una Juve totalmente rivoluzionate. Spazio ai giovani Mattiello e Vitale a centrocampo, in difesa si rivede Chiellini in coppia con Marrone. In attacco un inedito tridente formato da Pepe, Pereyra e Romulo. Nel Sassuolo Di Francesco tiene inizialmente in panchina il baby gioiello Berardi. Partita dominata dalla Juve, che si rende però pericolosa seriamente solo nel finale due volte con Pepe che fallisce due facili occasioni da centrocampo. La Juve raggiunge momentaneamente il Milan al comando con 3 punti, ai rossoneri basterà un pari e perdere anche ai rigori per vincere il torneo.

TRIONFO MILAN CON MENEZ ED EL SHAARAWY. Dopo la vittoria contro la Juve nella prima partita, contro il Sassuolo Inzaghi rimescola le carte e schiera in difesa Rami, a centrocampo si rivedono i giovani Cristante e Saponara, mentre in attacco c'è El Shaarawy al posto di Pazzini. Rossoneri in vantaggio dopo appena 7' grazie ad un calcio di rigore trasformata da Menez e concesso dall'arbitro per un fallo di mani in area di Terranova. Al 19' il raddoppio in contropiede con Honda che serve in profondità El Shaarawy, il Faraone entra in area e batte di sinistro Pomini. Sassuolo al tappeto e quasi mai pericoloso, è anzi ancora il Milan a sfiorare il terzo gol ancora con lo scatenato El Shaarawy. Nel finale spazio anche per il baby Mastour. A una settimana dall'inizio del campionato e in attesa che dal mercato arrivi il sostituto di Balotelli, per Inzaghi arrivano le prime buone notizie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata