Tris Juve al Siena e +7 su Napoli, ok Roma, Cagliari e Catania

Torino, 24 feb. (LaPresse) - Missione compiuta per la Juventus. La squadra di Conte batte 3-0 il Siena e, in attesa dell'impegno del Napoli, si porta a +7 sui partenopei. I bianconeri controllano la gara senza eccessivi problemi fin dal fischio di inizio mettendosi alle spalle il ko di Roma. Apre le marcature Lichtsteiner al 31'. Lo svizzero sfrutta alla perfezione un lancio di Vucinic e, complice anche una carambola fortunata, suopera Pegolo in uscita. Alla mezzora della ripresa la Juve chiude i conti con una potente conclusione di Giovinco prima del 3-0 finale ad opera di Pogba con una precisa conclusione dal limite. Per Buffon un'unica grande parata al 32' della ripresa su un colpo di testa di Emeghara. Prosegue anche il buon momento della Roma. Sotto la neve di Bergamo la squadra di Andreazzoli batte 3-2 i padroni di casa dell'Atalanta centrando la seconda vittoria consecutiva nonostante l'assenza della coppia Totti-De Rossi. Vantaggio dei padroni di casa con Livaja dopo 8' al quale rispondono Marquinho al 12' e Pjanic al 34'. All'ultimo minuto del primo tempo però l'attaccante croato scuola Inter sigla la seconda rete della sua giornata per il pareggio orobico. Il gol vittoria dei giallorossi giunge al 26' della ripresa con un colpo di testa del greco Torosidis, al primo gol in Serie A.

A Cagliari invece va in scena la partita più assurda dell'anno, peccato però che in pochissimi ci abbiano potuto assistere viste le porte chiuse ad 'Is Arenas'. A festeggiare in extremis sono i sardi che battono 4-3 un Torino ridotto in nove per le espulsioni di Ogbonna prima e Diop, appena entrato, poi. Primo tempo chiuso sull'1-0 con rete su rigore al 37' di Sau per fallo commesso da Ogbonna. Ad inizio ripresa il Toro pareggia subito con cerci e si porta avanti con Stevanovic al 10'. Un colpo di testa di Conti consente al Cagliari di pareggiare al 30' poi, a tre minuti dal termine, Peruzzo fischia un secondo rigore per i sardi espellendo Ogbonna. Pinilla non sbaglia. Un minuto dopo lascia il campo pure Diop per gomitata su Conti. Il Torino in nove trova il pareggio su rigore nel recupero con Bianchi ma a trenta secondi dal termine Glik devia in maniera sfortunata nella sua rete un tiro dalla distanza di Conti per il 4-3 finale. colpo esterno infine del Catania che si impone per 2-1 sul campo del Parma. Decidono i gol nel primo tempo di Lodi al 5' e Keko al 44'. Inutile la rete di Amauri a 3' dal termine per gli emiliani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata