Tre giornate a Mexes dopo prova tv. Assolti Pirlo e Muntari

Milano, 27 feb. (LaPresse) - Il giudice sportivo di Serie A ha squalificato per tre giornate il difensore del Milan Philippe Mexes dopo l'utilizzo della prova televisiva per il colpo inflitto a Borriello. Nel comunicato viene spiegato come sia "di tutta evidenza l'intenzionalità del gesto ed appare superflua ogni ulteriore considerazione circa la natura 'violenta' della condotta di cui si è reso responsabile" il giocatore. Nessuna sanzione invece per Andrea Pirlo circa la condotta nei confronti di Van Bommel, e per il rossonero Muntari. Il giudice ha ritenuto i gesti del bianconero, "per la dinamica del movimento, la zona del corpo attinta ed il contesto agonistico non integri in alcun modo gli estremi" di condotta violenta.

Riguardo la condotta del ghanese del Milan nei confronti dello juventino Lichtsteiner, il giudice la ritiene decisamente meritevole di opportuna sanzione disciplinare qualora fosse stato 'visto' dal Direttore di gara, ma ritiene anche che, considerato l'acceso contesto agonistico e la dinamica dei convulsi movimenti di entrambi i protagonisti, non sussista una prova certa circa quell'intenzionalità lesiva, che integra gli estremi" di condotta violenta.

Oltre alle tre giornate di squalifica a Mexes, il giudice sportivo di Serie A ha inflitto due turni di stop per Cassetti ed Osvaldo (Roma) e Alessandro Lucarelli (Parma, ammenda anche di 1500 euro). Una giornata di squalifica per Aronica (Napoli); Balzaretti (Palermo), Canini (Cagliari), Lauro (Cesena), Vidal (Juventus), Gago (Roma); Guana (Cesena), Maxi Moralez (Atalanta), Pellissier (Chievo), Peluso (Atalanta), Pepe (Juventus), Valiani (Parma).

Il giudice sportivo della Serie A ha ammonito con diffida l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani, "per avere - si legge nel comunicato - al termine del primo tempo, al rientro negli spogliatoi, rivolto ad alcuni tesserati della Società avversaria espressioni provocatorie ed irrispettose". L'accaduto è riferito al post gara della partita tra rossoneri e Juventus di sabato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata