Trapattoni, finita l'avventura su panchina Irlanda: addio consensuale

Dublino (Irlanda), 11 set. (LaPresse/AP) - Giovanni Trapattoni non è più il commissario tecnico dell'Irlanda. L'allenatore ha lasciato la panchina della nazionale. La notizia, dopo la mancata qualificazione dell'Irlanda ai Mondiali 2014, era nell'aria ma l'ufficialità è arrivata solo questa mattina, il giorno dopo la sconfitta contro l'Austria. A dare l'annuncio è la Federcalcio irlandese, spiegando che in seguito ad un incontro "amichevole" con Trapattoni e il suo vice Marco Tardelli si è deciso per un divorzio di comune accordo. Il contratto dell'ex ct della Nazionale italiana, arrivato a Dublino nel 2007, era in scadenza a giugno del prossimo anno. "Voglio ringraziare tutti quelli che qui in Irlanda ci hanno dato il loro sostegno durante il periodo trascorso qui, per noi ha significato molto", le parole dell'allenatore di Cusano Milanino al termine dell'incontro. "Lasciamo questo paese con emozione - ha aggiunto - abbiamo capito perché i tifosi irlandesi hanno una rinomata reputazione internazionale e hanno il nostro massimo rispetto". Trapattoni augura alla federazione e alla squadra "ogni bene per il futuro".

"La corsa alla qualificazione ai Mondiali è stata deludente ma Giovanni lascia un gruppo di buoni giocatori giovani, che dovranno costituire la base della squadra che il nuovo tecnico dovrà utilizzare in vista dei prossimi Europei di Francia 2016", ha commentato l'amministratore delegato della Federcalcio irlandese John Delaney, che ringrazia lo staff tecnico italiano per la qualificazione all'Europeo 2012, "il nostro primo torneo importante negli ultimi dieci anni", e per essere andato vicino a staccare il pass per i Mondiali 2010 in Sudafrica, sfumati dopo lo spareggio con la Francia. Il consiglio di amministrazione, spiega la Federazione, si riunirà "a tempo debito" per discutere la nomina del nuovo tecnico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata