Tragedia alla Parigi-Roubaix. Muore d'infarto il belga Goolaerts
Lutto sulla gara più bella. La splendida vittoria di Peter Sagan funestata dalla scomparsa di un ragazzo di 23 anni

Una tragedia scuote la Parigi-Roubaix. Michael Goolaerts, ciclista belga di 23 anni che correva per la Verandas Willems-Crelan, è morto questa sera all'ospedale di Lille dove era stato ricoverato dopo una caduta provocata da un infarto. Il dramma si è verificato nel settore n. 28 di pavè, fra Viesly e Briastre quando mancavano 125 chilometri al traguardo. Goolaerts si è schiantato al suolo senza apparente motivo. Le immagini della tv francese hanno mostrato i medici del SAMU che gli hanno effettuato un massaggio cardiaco ai margini della carreggiata. Ben presto è stato chiaro che non si trattava di un incidente di corsa ma di qualcosa di molto più grave. Il ragazzo è stato defribillato e ricoverato d'urgenza nel centro di cardiologia dell'ospedale di Lille. Ma, questa sera, alle 22,40, ha cessato di vivere.

 

 

 

Da Cepeda a Goolaerts, le tragedie nel mondo del ciclismo

La vittoria di Peter Sagan - La gara è proseguita, anche perché nessuno, in corsa aveva capito la portata di quanto accaduto. A Roubaix ha trionfato il campione del mondo in carica, Peter Sagan. Lo slovacco della Bora Hansgrohe, campione del Mondo in carica, ha vinto la classica monumento di 257 km. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata