Tour de France, Kittel vince volata a Londra. Nibali resta in maglia gialla

Londra (Regno Unito), 7 lug. (LaPresse) - Marcel Kittel ha vinto la terza tappa del Tour de France, 155 km da Cambridge a Londra. Il tedesco della Giant Shimano, alla seconda affermazione dopo il successo di sabato, ha regolato in volata sotto la pioggia lo slovacco Peter Sagan (Cannondale) e l'australiano Mark Renshaw (Omega Pharma). Sotto un'insidiosa pioggia, marchio di fabbrica di Londra, Marcel Kittel ha vinto la terza tappa del Tour de France 2014, 101sima edizione della corsa a tappe ciclistica più famosa del mondo. Il tedesco della Giant Shimano ha fatto fatica negli ultimi chilometri a portarsi nelle prime posizioni, ma a pochi metri dall'arrivo di fronte a Buckingham Palace Kittel ha scatenato tutta la sua potenza andando a vincere senza difficoltà. Alle spalle dell'imprendibile Kittel si è piazzato lo slovacco Peter Sagan (Cannondale), secondo come ieri. Completa il podio l'australiano Mark Renshaw (Omega Quick Step). Tra la folla numerosissima radunatasi al traguardo c'era anche l'allenatore portoghese del Chelsea José Mourinho che ha ricevuto in dono dal connazionale Campione del Mondo Rui Costa la maglia da Campione del Mondo di ciclismo. Dopo la tre giorni inglese domani si arriva in Francia. La quarta tappa partirà da Le Tourquet-Paris-Plage e terminerà a Lille dopo 163,5 km. Una frazione ancora favorevole ai velocisti.

MARCEL KITTEL - "E' stato uno degli arrivi più belli che si possano sognare". Marcel Kittel, negli ultimi chilometri c'è stata una lotta incredibile - ha osservato il tedesco della Giant Shimano ai microfoni di Rai Sport - tutte le le squadre e tutti i velocisti volevano guadagnare posizioni, i miei compagni hanno fatto un grandissimo lavoro per portarmi in testa e a lanciarmi. Sono veramente felice", ha sottolineato Kittel.

VINCENZO NIBALI -"Il pubblico è stato eccezionale nonostante il tempo poco clemente, andiamo avanti un passo alla volta". Vincenzo Nibali, maglia gialla al Tour de France, è soddisfatto dopo la terza tappa della Grande Boucle. "La corsa è andata molto bene - ha aggiunto il capitano della Astana ai microfoni di Rai Sport - C'è stata alleanza in gruppo per far arrivare la tappa in volata e nel finale siamo stati lontani dai guai. La testa è rivolta alla tappa di mercoledì sul pavè, è molto difficile e pericolosa", ha sottolineato Nibali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata