Totti: Nazionale? Ora sto bene ma magari tra un anno smetto

Roma, 19 mar. (LaPresse) - "Le parole di Prandelli? Mi hanno fatto piacere. Se mi dovesse richiamare? Non lo so, certo in questo momento sto bene. Poi, da qua a domani o al 2014 in Brasile si vedrà. Può darsi pure che tra un anno smetto". Così Francesco Totti commenta le dichiarazioni del ct che ha aperto ad un possibile ritorno in azzurro del capitano della Roma. "Come sono arrivato in questa condizione? Il mantenermi, l'essere professionisti", dice il giocatore a margine di un evento benefico per l'ospedale pediatrico Bambino Gesù al Circolo Aniene con il presidente del Coni Giovanni Malagò. "Poi - prosegue Totti - è normale ci siano annate migliori o peggiori, ma nessuno si aspettava di trovarmi in questa condizione. Come ho già detto, è dovuta alla preparazione di Zeman".

"Se ho parlato di rinnovo con la società? No. Quando inizieremo? Non lo so, quando mi chiameranno", prosegue Totti. "Il mio sogno? Rigiocare la Champions, è un obiettivo che abbiamo in comune tutti noi romanisti", dice ancora il capitano giallorosso.

"Per me ha fatto bene, è stato un gesto verso i tifosi della Juve. Quando uno sta vincendo lo scudetto è doveroso festeggiare". Totti difende Antonio Conte, protagonista nel finale della gara con il Bologna di un'esultanza che ha fatto infuriare il tecnico degli emiliani Stefano Pioli. "Se la Juve vincerà lo scudetto? Lo ha già vinto...", così il giocatore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata