Torna il mostro di Loch Ness, le prove dell'esistenza a 51,00
Il mistero della creatura che vive nel lago di Loch Ness torna d'attualità dopo le foto scattate dal pescatore Jon Rowe e pubblicate dal Daily Mail. Rowe avrebbe avvistato "Nessie" nei pressi di un allevamento ittico e il presunto scoop è finito sulle lavagne dei bookmaker d'oltremanica. I quotisti offrono a 51,00 la possibilità che entro il 2020 il primo ministro inglese dichiari ufficialmente l'esistenza del mostro. Scommesse aperte anche sull'aspetto della creatura: a 11,00 vince l'ipotesi di un plesiosauro, a 17,00 l'opzione di un coccodrillo gigante, per uno squalo o una balena si sale a 21,00 e 26,00. LL/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata