Torino, Ventura: Pensiamo prima alla Fiorentina, poi al derby

Torino, 20 apr. (LaPresse) - "Noi pensiamo solo esclusivamente a questa partita. Affrontiamo squadre che hanno valori superiori ai nostri e dobbiamo prepare ogni match in modo attento per colmare il gap". Così l'allenatore del Torino Giampiero Ventura si smarca dalle domande sul derby contro la Juve e predica la massima concentrazione in vista del match contro la Fiorentina. "Non dobbiamo pensare ai diffidati in vista del derby, ma solo a fare bene contro la Fiorentina per ottenere il prima possibile i punti necessari alla salvezza. La quota salvezza - dichiara il tecnico granata - credo non sia variata nonostante gli ultimi risultati delle squadre dietro di noi. Oggi assolutamente non siamo ancora salvi però, secondo me, non tutte arriveranno a 40 punti quindi potrebbe essere quella la quota per garantirsi la permanenza in serie A. Qualsiasi risultato facciano gli altri se noi faremo i punti necessari non dovremo guardare in casa d'altri".

Parlando della squadra, di Montella, Ventura avverte: "C'è stato un periodo in cui univa gioco e risultati. Ha un tasso qualitativo molto alto: la sorpresa è stata allestire questa formazione con nomi poco conosciuti in Italia ma di qualità assoluta. E' stato anche molto bravo Montella ad assemblarla e portarla a giocare un calcio molto piacevole. Montella in questi due anni ha fatto molto bene e non può essere un caso". Un Toro che "per questo finale di campionato" deve "andare avanti con la nostra struttura sperando di avere la possibilità di lavorare con più serenità nelle ultime settimane in modo da dare la possibilità di mettersi in mostra anche ad alcuni giovani come Bakic e Menga. Ora cerchiamo di portare a compimento questa opera". Ventura spera "che domani sia la partita del Torino: contro la Roma abbiamo fatto una gara di qualità. Se siamo saliti in serie A e ora siamo qui è perchè abbiamo un modo di essere e di partecipare che passa attraverso il gioco. Sono convinto che se ci sarà la possibilità tutto questo diventerà ancora migliore in futuro".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata