Thohir: Con Zanetti incontro rimandato, tornerò presto a Milano

Milano, 26 feb. (LaPresse) - "Avevo promesso di vederlo durante questa mia visita, ma non ho potuto a causa delle riunioni con Nike, con le banche, con il mister e con altri partner commerciali. Non sto dicendo che non fosse importante incontrarlo e non significa che non lo rispetti, ma qualche volta le riunioni si accavallano". Così il presidente dell'Inter Erick Thohir, all'uscita dalla sede della Saras dopo un incontro con Massimo Moratti, si è espresso in merito alla questione sul futuro del capitano dell'Inter Javier Zanetti, in scadenza a fine stagione. Il numero uno del club nerazzurro ha tuttavia assicurato che tornerà presto in Italia. "Tornerò nelle prossime due settimane, avrò altre riunioni, dobbiamo prepararci per la stagione 2014-2015, non solo dal punto di vista sportivo ma anche da quello economico - ha proseguito il magnate indonesiano - Stiamo programmando di aprire un'Academy qui, di lavorare con delle compagnie che gestiscono siti web in altri paesi, c'è bisogno di rivedere le cose ogni mese".

Sono tanti i progetti che il nuovo presidente vuole avviare. "Sapete che stiamo sviluppando il progetto Inter Forever, quindi ci sono stati degli incontri con Francesco Toldo, con Materazzi, con Brehme, tutte leggende, di modo che si possa costruire qualcosa insieme - ha assicurato Thohir - Mi piacerebbe poter allargare il discorso a tutti coloro che hanno fatto parte della famiglia Inter". Riguardo l'incontro con il presidente onorario Massimo Moratti, "abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto con la famiglia Moratti. Credo che quando il dottor Moratti e la sua famiglia mi hanno scelto, volessero individuare una persona credibile, un gran lavoratore che condividesse le loro idee - ha evidenziato il presidente dell'Inter, che in chiusura ha parlato di Mateo Kovacic - E' un grande giocatore, l'allenatore lo sta utilizzando facendolo partire dalla panchina, ha bisogno di crescere, ha bisogno di dimostrare al mister e a tutti di essere pronto per la prima squadra".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata