Tennis, Us Open al via senza Nadal: subito in campo Djokovic, Sharapova e sei azzurri

New York (Usa), 25 ago. (LaPresse) - Prendono il via oggi sui campi in cemento di Flushing Meadows a New York gli US Open di tennis, quarto ed ultimo torneo del Grande Slam della stagione. Grande assente Rafa Nadal, lo spagnolo ex numero 1 al Mondo è stato costretto a dare forfait a causa di un infortunio. Nel tabellone maschile esordio per il numero uno Atp e grande favorito Novak Djokovic, che chiude il programma serale sull'Arthur Ashe Stadium quando in Italia sarà notte. Il serbo affronta l'argentino Diego Schwartzman. In campo lo svizzero Stanislas Wawrinka, favorito numero tre, opposto al ceco Jiri Vasely. Debutto per Andy Murray (numero 8 del seeding) e Milos Raonic (numero 5) sul Louis Armstrong, mentre Jo-Wilfried Tsonga giocherà sul Gran Stand. Nel torneo femminile Maria Sharapova, testa di serie numero 5, apre la sessione serale sull'Arthur Ashe Stadium affrontando in un derby russo la connazionale Maria Kirilenko. In campo la rumena Simona Halep, favorita numero due.

Esordio odierno anche per due dei quattro tennisti azzurri al via del tabellone maschile. Il primo a scendere in campo sarà Andreas Seppi: debutto contro l'ucraino Sergiy Stakhovsky, numero 94 Atp, che ha sconfitto il trentenne altoatesino nell'unico precedente del 2010 a Metz (veloce indoor). Quindi nella serata italiana toccherà a Simone Bolelli, che torna a giocare nel tabellone principale di un torneo dello Slam senza partire dalle qualificazioni (è numero 87 Atp). Il bolognese affronterà al primo turno l'emergente canadese Vasek Pospisil, 24 anni e numero 45 mondiale (nessun precedente).

Martedì in campo Fabio Fognini e Paolo Lorenzi. Il ligure. testa di serie numero 15 e reduce dai quarti a Cincinnati (i primi per l'azzurro in un Masters 1000 sul cemento), esordirà contro Andrey Golubev, numero 64 del ranking mondiale. Fognini ha sempre battuto il coetaneo kazako nei tre precedenti. Infine Lorenzi affronterà il giapponese Yoshihito Nishioka, 18enne numero 246 mondiale, che a sorpresa ha superato le qualificazioni (nessun precedente tra l'italiano e l'asiatico). Finalmente un pizzico di buona sorte per il 32enne senese, che in 13 partecipazioni non ha mai superato il primo turno nel tabellone principale di un torneo dello Slam, ma non può certo dirsi fortunato nei sorteggi. Due anni fa prima agli Australian Open, poi agli US Open, la sorte beffarda gli riservò Novak Djokovic. Nel giugno scorso a Wimvledon ha "pescato" Roger Federer. In caso di vittoria Lorenzi al secondo turno potrebbe incrociare il francese Richard Gasquet.

Per quanto riguarda il tabellone femminile, invece, esordio per quattro delle sei tenniste azzurre al via. La più fortunata è stata Camila Giorgi, che reduce dalla semifinale a New Haven e fresca di best ranking (è salita in 31esima posizione scalando sette posizioni) attende la qualificata Anastasia Rodionova, 32enne australiana nata in Russia che occupa la 219esima posizione mondiale. Per Sara Errani, testa di serie numero 13 e semifinalista a Flushing Meadows nel 2012, c'è la belga Kirsten Flipkens, numero 47 mondiale e semifinalista nel 2013 a Wimbledon: la romagnola ha vinto entrambi i precedenti, l'ultimo lo scorso anno a Pechino sempre sul cemento. Al secondo turno potrebbe già esserci un derby azzurro proprio tra la Errani e la Giorgi. E' andata meglio a Roberta Vinci, testa di serie numero 28, che al debutto troverà l'argentina Paula Ormaechea, numero 99 Wta (nessun precedente tra la 31enne tarantina e la tennista sudamericana). Infine sempre lunedì Karin Knapp debutterà contro la bulgara Tsevetana Pironkova, numero 53 del mondo, che si è imposta nell'unico precedente con la 27enne altoatesina nel 2008 nelle qualificazioni di Stoccarda. Dovesse superare il primo turno, al secondo potrebbe incrociare la serba Jelena Jankovic, testa di serie numero 9.

Martedì toccherà a Flavia Pennetta, testa di serie numero 11 e semifinalista la scorsa stagione, esordirà contro la 25enne tedesca Julia Goerges, numero 88 del ranking Wta (ma è stata numero 15 nel 2012): la 32enne brindisina, sorteggiata nel quarto di Serena Williams, ha vinto l'unico precedente nel 2010 a Palermo sulla terra rossa. Sfortunata Francesca Schiavone, che a New York vanta due quarti nel 2003 e nel 2010: al primo turno sfiderà la statunitense Vania King, numero 80 Wta, mai affrontata in passato. Poi in caso di successo, potrebbe trovare subito la numero uno Serena Williams. La 34enne milanese è alla 57esima presenza consecutiva negli Slam, la 15esima agli US Open.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata