Tennis, Fed Cup: Giorgi batte Cornet in due set, Italia avanti 2-0 con la Francia

Genova, 7 feb. (LaPresse) - L'Italia è in vantaggio 2-0 al termine della prima giornata della sfida di Fed Cup contro la Francia valida per il primo turno del World Group 2015 in programma nel week-end sul campo in terra rossa allestito nel "105 Stadium" di Genova. Davanti a quattromila tifosi, dopo il trionfo di Sara Errani nel primo singolare contro Caroline Garcia, nel secondo singolare Camila Giorgi ha raddoppiato il vantaggio liquidando per 6-4 6-2 Alize Cornet in un'ora e 19 minuti.

E' l'azzurra a piazzare la prima zampata strappando la battuta ad Alize nel quinto gioco, poi nel game successivo annulla due chance per il contro-break e sale 4-2. Giorgi difende il vantaggio fino al 6-4 che chiude un primo set dominato dalla tennista italiana (per lei nessun doppio fallo ed il 75% di punti ottenuti quando mette la prima di servizio) più di quanto non dica il punteggio. Subito tre palle-break Italia in avvio di seconda frazione: basta la prima. Sulle ali dell'entusiasmo ed esibendo anche diverse discese a rete Camila vola 2-0. Nel quinto game due splendide risposte della Giorgi regalano all'Italia il doppio break (4-1). Nell'ottavo game con la Giorgi al servizio arrivano tre match-point: basta il primo per vincere il match e andare sul 2-0.

Domenica, a partire dalle 12, il match tra le due numero uno, Sara Errani ed Alize Cornet; a seguire quello tra le due numero due, Camila Giorgi e Caroline Garcia; in chiusura il doppio tra le azzurre Karin Knapp e Roberta Vinci e le francesi Kristina Mladenovic e Pauline Parmentier. Questa è la decima sfida tra le due nazioni e il bilancio è favorevole alle francesi (6-3), ma le azzurre hanno vinto gli ultimi tre incontri. Il capitano azzurro Corrado Barazzutti ha convocato Sara Errani (n.13 Wta), Camila Giorgi (n.31), Karin Knapp (n.88) e Roberta Vinci (n.40). Il capitano francese Amelie Mauresmo ha invece scelto di affidarsi ad Alize Cornet (n.19), Caroline Garcia (n.30), Kristin Mladenovic (n.74) e Pauline Parmentier (n.89).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata