Tennis, Coppa Davis: Italia-Croazia si aprirà con Fognini-Cilic

Torino, 31 gen. (LaPresse) - Si è svolto oggi alle ore 12, presso la Sala Rossa di Piazza Palazzo di Città, il sorteggio della sfida tra Italia e Croazia. Il primo atto ufficiale dell'incontro valido per il primo turno del World Group di Coppa Davis ha deciso che i primi a scendere sul campo in terra rossa del PalaVela, venerdì alle 14, saranno Fabio Fognini e il numero 1 croato Marin Cilic. Seguirà il secondo singolare tra Andreas Seppi e Ivan Dodig. Sabato il doppio alle ore 16, domenica gli ultimi due singolari dalle ore 14.

Abbiamo molte possibilità di passare il turno, ma per questa sfida servirà giocare con molta attenzione". Il capitano della squadra azzurra Corrado Barazzutti conferma il suo ottimismo invitando però i suoi a non abbassare la guardia in vista del match contro la Croazia valido per il primo turno del World Group di Coppa Davis, in programma da domani sulla terra rossa del Palavela di Torino. Le sensazioni sono buone, così come le condizioni dell'Italia che schiera Andreas Seppi, recentemente approdato al numero 18 del ranking mondiale, Fabio Fognini, Simone Bolelli e Paolo Lorenzi. "I ragazzi sono motivati, anche più di altre volte", garantisce Barazzutti nella conferenza che ha seguito la cerimonia del sorteggio degli incontri, svoltasi questa mattina a Palazzo Civico. "Questa - aggiunge - è un'occasione particolare. Sarà un match molto equilibrato ed abbiamo ottime possibilità di qualificarci". Barazzutti però predica basso profilo di fronte a chi gli evidenzia come gli azzurri scendano in campo a Torino da favoriti. "La squadra si è rinforzata e i giocatori sono consapevoli che possono passare il turno. Ma - avverte il capitano azzurro - ricordiamoci che Cilic è il numero 13 al mondo e che Dodig è un signor giocatore". L'attenzione si sposta sulle condizioni di Fognini, assente al sorteggio. E' lo stesso Barazzutti a chiarire sulla forma del sanremese, che domani aprirà la tre giorni del Palavela sfidando il temibile Cilic nel singolare di apertura: "Fabio ha avuto un leggero rialzo di temperatura", spiega Barazzutti. "Per precauzione è restato in albergo. Speriamo di recuperarlo rapidamente per domani".

In caso di forfait, a sfidare Cilic potrebbe essere Lorenzi: "Se Fognini sarà in buone condizioni giocherà lui perché credo sia più adatto all'incontro di domani, ma questo - precisa - non significa che Paolo non lo sia, tutt'altro". Lo stesso Lorenzi manifesta la sua emozione per la convocazione nella squadra azzurra: "Ci speravo, sono contento di essere qui. L'obiettivo è fare i tre punti, vediamo se ci riusciremo", spiega il romano. Punta di diamante della squadra italiana è certamente Andreas Seppi che scenderà domani in campo per il secondo singolare: il bolzanino è atteso da Ivan Dodig, in attesa di incrociare quel Cilic già battuto agli ultimi Australian Open. "Contro Marin - dice - ho giocato tante partite e sono sempre state equilibrate. A Torino troveremo condizioni diverse rispetto a Melbourne, è come se ripartissimo da zero. Vincere in Australia, comunque, mi ha fatto bene al morale visto che contro di lui avevo perso gli ultimi tre match". In quanto all'avversario di domani, Seppi ne elogia il servizio e l'atteggiamento: "Dodig gioca in maniera più aggressiva rispetto a Cilic. Sarà una gara difficile, ma cercherò di prendere il punto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata