Tennis, Coppa Davis: Canada-Italia 1-1. Impresa di Seppi, Fognini ko

Vancouver (Canada), 6 apr. (LaPresse) - Canada e Italia hanno chiuso sull'uno a uno la prima giornata della sfida valida per i quarti di finale della Coppa Davis al Doug Mitchell Thunderbird Sports Centre di Vancouver, sul veloce indoor. Impresa di Andreas Seppi che ha rimontato due set di svantaggio a Vasek Pospisil vincendo al quinto nell'incontro che ha aperto la sfida. L'azzurro si è imposto dopo tre ore e quindici minuti per 5-7, 4-6, 6-4, 6-3, 6-3 il punteggio. L'altoatesino, numero 18 del mondo, era partito bene centrando subito il break in apertura, poi la reazione del 22enne canadese, che vive proprio a Vancouver e ha recuperato portandosi sul 2-2. Sul 3-3 Andreas ha avuto una palla break che ha sprecato con una volée out, poi ha ceduto ancora il servizio nel dodicesimo gioco dopo essere stato avanti 40-15 (doppio fallo e diritto in rete). Nel secondo set altre occasioni perse: sull'1-1 Seppi ha avuto ben tre palle break, ma nulla da fare. Quindi ha ceduto il turno di battuta ed il set al decimo game con quattro errori di fila dopo l'iniziale 15-0.

Nella terza partita break dell'altoatesino al terzo game, poi l'azzurro ha avuto anche la palla del 5-2, ed è riuscito ad imporsi 6-4 chiudendo con un gran diritto lungo linea sulla riga. Seppi è partito bene anche nella quarta partita: subito break e 2-0, poi ancora un break al terzo set point a disposizione nel nono gioco e 6-3. Decisivo il quinto set in cui l'azzurro ha strappato il servizio ad un Pospisil ormai a corto di energie e poco lucido al quarto game (3-1), per poi chiudere al primo match point a disposizione 6-3. Alla fine 20 ace per il canadese, di cui però solo due nel set decisivo contro otto doppi falli. Sette gli ace di Seppi. E' la seconda volta che il 29enne altoatesino rimonta uno svantaggio di due set in un match di Coppa Davis: l'aveva già fatto nel 2005 a Torre del Greco battendo lo spagnolo Juan Carlos Ferrero.

Con l'Italia in vantaggio uno a zero, Fabio Fognini ha ceduto al numero uno avversario e 16 del mondo Milos Raonic in tre set per 6-4, 7-6 (4), 7-5 in due ore e sei minuti. Il gigante canadese (è alto 198) ha fatto valere la sua battuta, una delle migliori del circuito, micidiale sulla superficie veloce sulla quale si gioca l'incontro. Servizi a quasi 230 orari ed un totale di 25 ace che hanno fatto la differenza contro un Fognini bravo comunque a restare in partita. E' stato infatti un match equilibrato: nel primo set il break del canadese al settimo game, nel secondo ha deciso il tie break (7-4 per Raonic).

Nel terzo il tennista ligure ha anche strappato il servizio al rivale salendo sul 2-1, ma ha subito ceduto il suo. Sul 6-5 per il 22enne di origini montenegrine, è arrivato il break che ha messo la parola fine alla sfida: Fognini si è arreso al quinto match point, i primi tre dei quali consecutivi, e ha avuto anche la palla del 6-6 sprecata con un doppio fallo (4 in totale). Il ligure alla fine perso per un break nel primo set, un doppio fallo nel secondo (proprio ad inizio del tie break) e un altro break (sempre con doppio fallo) nel terzo. Oggi, dalle ore 23 italiane, si gioca il doppio. Le coppie annunciate dai due capitani durante la cerimonia di sorteggio sono Pospisil-Nestor da una parte e Bracciali-Lorenzi dall'altra.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata