Tennis, Bartoli: Ho rischiato di morire, ora corro la maratona
Le rivelazioni dell'ex tennista francese: "Adesso la salute è la mia priorità. Di notte sogno la pizza"

In una lunga intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport, Marion Bartoli ha ripercorso le tappe del suo calvario. L'ex tennista francese, che nel 2013 ha vinto a Wimbledon, ha perso 30 chili in un anno, "colpa di un virus contratto in Asia". Bartoli racconta che non poteva usare il cellulare se non con appositi guanti e per appena cinque minuti "se no il mio cuore batteva all'impazzata", poteva mangiare solo insalata biologica e cetrioli, poteva lavarsi solo con l'acqua minerale. Per festeggiare la guarigione, ha deciso di correre la maratona di New York.

"Finalmente posso dire si sentirmi meglio. Quando sono stata ricoverata davvero stavo iniziando a perdere le speranze di guarire ma ho deciso che dovevo lottare con tutta me stessa. Per la mia vita", la confessione.

"Quando andavo a dormire temevo di non svegliarmi più, ora la salute è la mia priorità. Quando ho conquistato Wimbledon pensavo di aver vinto la battaglia più dura, ma la battaglia che sto affrontando è molto più difficile e complicata... Ora sono pronta a partire per New York. Quando ero in ospedale mi sono detta: se esco da questa situazione voglio fare qualcosa di grande". Il sogno però è un altro: "La pizza... Me la sogno di notte", ha ammesso Bartoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata