Us Open: big non steccano, avanti Federer, Djoko e Serena
Us Open: big non steccano, avanti Federer, Djoko e Serena

Tra gli italiani passo avanti solo per Lorenzi, mentre firmano la resa Fognini, Seppi e il baby Isner

I big non fanno scherzi all'esordio agli Us Open di tennis. Il primo turno è archiviato con il sorriso per Federer e Djokovic, mentre tra gli italiani passo avanti solo per Lorenzi, mentre firmano la resa Fognini, Seppi e il baby Isner, che strappa comunque un set a Wawrinka. E, tra le donne, Serena Williams passeggia contro la Sharapova.

Esordio sul velluto per Novak Djokovic sui campi in cemento di Flushing Meadows. A New York, nella quarta prova stagionale del Grande Slam, il serbo, numero 1 al mondo, supera agevolmente in tre set lo spagnolo Roberto Carballes Baena per 6-4, 6-1, 6-4. Al secondo turno lo attende la sfida contro l'argentino Juan Londero. Invece, parte piano ma poi mostra tutto il suo talento e vince Roger Federer. Contro l'indiano Sumit Nagal, il campione svizzero, terzo nel ranking Atp, perde il primo set 4-6, ma conquista gli altri tre 6-1, 6-2, 6-4. Ora lo svizzero, a caccia del sesto successo in carriera agli Us Open, troverà il bosniaco Damir Dzumhur.

Tra gli azzurri, debutto positivo per Paolo Lorenzi, mentre sono già ai saluti Fabio Fognini e Andreas Seppi. Esce di scena, anche se a testa alta, anche il 18enne Jannik Sinner, alla prima esperienza nel main draw di un Major contro un big contro Stan Wawrinka. Il 18enne di Sesto Pusteria, numero 137 Atp, promosso dalle qualificazioni, va ko con il punteggio di 63 76(4) 46 63, in due ore e 49 minuti. Invece, Lorenzi, numero 135 del ranking mondiale, piega in rimonta lo statunitense Zachary Svajda, non ancora 17enne, numero 1.415 Atp, in gara con una wild card: 36 67(5) 64 76(4) 62, in quattro ore e 20 minuti. Fuori subito anche Fognini. Il ligure, numero 11 del ranking mondiale e del torneo, alla dodicesima partecipazione nello Slam della Grande Mela, cede al padrone di casa Reilly Opelka, numero 42 Atp, 63 64 67(6) 63, in poco meno di tre ore. Sconfitta in quattro set anche per Seppi, numero 77 Atp. Il 35enne di Caldaro - alla sedicesima avventura sul cemento di Flushing Meadows - saluta con il punteggio di 61 67(2) 64 63, in due ore e tre quarti di gioco, contro il bulgaro Grigor Dimitrov, 78esimo al mondo.

 

Ma c'è da raccontare anche il debutto da urlo agli Us Open per Serena Williams. In corsa per il record di 24 titoli del Grande Slam, l'americana, in versione rullo compressore, domina al primo turno la russa Maria Sharapova con un secco 6-1, 6-1 in 59 minuti. A 37 anni, la più giovane delle sorelle Williams, ottava nella classifica Wta, continuerà la sua avventura a Flushing Meadows contro la connazionale Catherine McNally, 121esima nel ranking mondiale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata